IL PRIMO MAGAZINE SULLA VITA DI COPPIA

 

Separazione dei beni sì o no?

Sono in procinto di sposarmi e sono in dubbio circa la scelta del regime patrimoniale. Molte amiche mi consigliano la separazione dei beni, ma io temo che questa scelta possa in qualche in modo influire sulla solidità del vincolo matrimoniale. Lei cosa mi consiglia?

Risponde per Noi2 Magazine l’avvocato Arnaldo De Vito, Professionista Associato dello Studio Legale Zannier Basso Ballarin di Pordenone.

I suoi dubbi sono legittimi, ma sono felice di poterla tranquillizzare. La scelta del regime patrimoniale di separazione dei beni non solleva certo il coniuge dall’obbligo di contribuire al ménage familiare proporzionalmente alle sue capacità reddituali e di lavoro, e non affievolisce in alcun modo i diritti/doveri di assistenza morale e materiale che dal matrimonio derivano.
La differenza sta esclusivamente nella regolamentazione degli acquisti che ciascun coniuge compirà successivamente al matrimonio: se opterete per il regime di separazione, conserverete la facoltà di acquistare beni personali che resteranno di proprietà di ciascuno di voi, mentre nel regime di comunione ogni acquisto, anche se effettuato individualmente, diventa comune.

Le faccio un esempio: se opterà per la separazione, potrà comprare un’automobile che sarà di sua esclusiva proprietà, mentre nel caso di comunione legale il bene, anche se formalmente a lei intestato e da lei integralmente pagato, sarà anche di proprietà di suo marito (e viceversa), con la conseguenza che, in caso di separazione, vi troverete a gestire anche i problemi connessi alla divisione dei singoli beni in comune.

Nulla cambia, invece, per quanto riguarda il diritto al mantenimento, alla pensione di reversibilità, alla successione in caso di morte, ai doveri verso i figli.

Una curiosità: se opterete per la separazione dei beni, avrete la possibilità, se mai si presentasse la necessità, di testimoniare l’uno in favore dell’altro in una ipotetica causa civile che riguardi uno solo dei coniugi, mentre nel caso di comunione legale ciò non sarebbe possibile.

Senza contare che, anche in caso di separazione dei beni, nulla vieterà di cointestarvi singoli beni di cui liberamente deciderete di voler essere comproprietari (ad esempio, un immobile, un autoveicolo).

Direi quindi che il regime di separazione dei beni consente più libertà alla coppia, senza alcun affievolimento del vincolo. Compia quindi la sua scelta in totale serenità.

 

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *