IL MAGAZINE SUL CICLO DI VITA DELLA COPPIA

 

Consigli antistress per neogenitori

577

L’arrivo di un bambino in famiglia è una gioia enorme, non c’è dubbio. Porta con sé dolcezza infinita, emozioni indescrivibili, scoperte quotidiane e… un notevole carico di stress. Sì, ammettiamolo: per il nucleo familiare è come se un piccolo asteroide piombasse dal cielo e spostasse l’asse gravitazionale quanto basta per sconvolgere abitudini, ritmi e spazi. E la faccenda assume i contorni di una vera e propria rivoluzione quando si tratta del primo figlio. I neogenitori devono adattarsi ai cambiamenti imposti per forza di cose dal bambino: orari impossibili, notti insonni, pianti prolungati, pannolini che si accumulano, turni di allattamento estenuanti…  Per quanto l’istinto e la gioia aiutino a sopportare tutto questo, è consigliabile elaborare delle strategie per non sentirsi sopraffatti e vivere il lieto evento nel migliore dei modi. Ecco allora qualche dritta dalla redazione di Noi2:


genitori-e-nonni-adoranti1. Gestite il tempo.
Parlate con altri genitori, possibilmente vostri amici che conoscono le vostre storie personali e le vostre abitudini, e fatevi suggerire le loro strategie per gestire gli impegni, i compiti quotidiani e le difficoltà del primo anno di vita del piccolo. Quando tutto ruota attorno al nuovo arrivato è importante organizzare i turni, gli orari e l’aiuto esterno (nonni o babysitter) per non sentirsi sfuggire le giornate tra le mani. E chissà che non ci scappi un po’ di tempo anche per voi stessi!

Happy young family of four enjoying time at their home2. Riducete gli impegni. Pensate a quali incombenze potete rinunciare per rendere meno stressante la vostra vita. Fate parte della Pro Loco del paese, del consiglio di condominio, di un gruppo di teatro amatoriale? Forse potreste prendervi una pausa temporanea da queste attività, che per quanto piacevoli e apparentemente leggere risultano impegnative quando il tempo e le forze si riducono. Non sentitevi in colpa: superati i primi mesi potrete ricominciare con più energia di prima!

writing-923882_6403. Scrivete un diario. Può sembrare un vezzo d’altri tempi, ma il diario dei primi mesi di vita del pargolo diventa uno strumento importante quando giorni e notti si confondono, le poppate si accavallano e arrivano i primi piccoli malesseri del bambino. Tenere nota di tutto questo libera la mente dallo sforzo (e dallo stress) di dover memorizzare da quanti giorni ha le coliche e quanto ha mangiato nell’ultima settimana. Provare per credere!

images (4)4. Cercate di dormire. Lo sappiamo, è molto più facile a dirsi che a farsi. Ma la mancanza di sonno è la principale fonte di stress per i genitori novelli e alla lunga può influire negativamente sulla vita personale, che siate rientrati al lavoro o meno. Se il cattivo umore è alle stelle, stabilite dei turni per alzarvi la notte (molto utile è alternare le notti) e approfittate per fare un riposino appena se ne presenta l’occasione. Niente è meglio del sonno per alleviare lo stress!

slide_232775_1098519_free_zps4f6e6c7a-656x4305. Mantenete la vostra intimità. Sembra impossibile, ma quando arriva un bebè anche la coppia più affiatata diventa monotematica: tutto gira intorno a lui/lei e gli argomenti di conversazione spaziano al massimo dalla pappa al sonnellino. Per quanto la vita del piccolo sia totalizzante, sforzatevi di ritagliarvi uno spazio per parlare di voi, delle vostre vite e dei vostri sentimenti. Concentrarvi per un po’ su voi stessi vi aiuterà a “ritrovarvi” e a vedere con più chiarezza tutti i lati positivi della vostra nuova condizione di genitori.

Redazione di Noi2 Magazine




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.