Love addiction. Quando l’amore è una dipendenza

  1. Homepage
  2. Professionisti della coppia
  3. Psicologo
  4. dott. Maurizio Sgambati
  5. Love addiction. Quando l'amore è una dipendenza
Love addiction. Quando l’amore è una dipendenza

Love addiction. Quando l’amore è una dipendenza

Ti è mai capitato di abbandonare tutto e tutti per il partner? Di vivere per lui/lei?

Sei una persona che in amore è disposta a mettere da parte se stessa per soddisfare il partner?

Passi da un partner all'altro?

Incontri sempre la persona sbagliata?

Quando sei solo cadi in depressione?

Se ti trovi a rispondere "sì" a tutte queste domande potresti avere un problema: la dipendenza affettiva, o love addiction.

Quando si deve lasciar andare un amore


Il disturbo psicologico della dipendenza affettiva è caratterizzato dalla ricerca ossessiva d'amore e da un'eccessiva dipendenza al partner. Una persona, all'interno della relazione, ha talmente bisogno di essere amata che è disposta a rinunciare completamente alla propria autonomia. È una forma di sottomissione. Il dipendente affettivo rischia continuamente di perdere il proprio equilibrio emotivo ed il proprio benessere quando percepisce la minaccia, reale o immaginaria, di essere abbandonato dalla persona dalla quale dipende. Non è in grado di differire la soddisfazione dei propri bisogni emotivi e a tollerare la frustrazione dovuta all'indisponibilità immediata del partner perciò mette in atto condotte disfunzionali caratterizzate dalla perdita del controllo con conseguenze negative. Insomma, è proprio come le dipendenze indotte da sostanze: la dipendenza affettiva comporta modelli compulsivi di comportamento affettivo, sessuale e relazionale.

Questo disturbo sfocia in una serie di comportamenti di ricerca, protesta, sottomissione e fuga che, di fatto, impediscono alla persona di fare un'esperienza soddisfacente d'amore e finiscono per confermare l'idea che non sono persone degne di essere amate.

Ritratto del dipendente affettivo:

  • Difficoltà a mantenere una relazione dopo l'iniziale entusiasmo

  • Costante ricerca di un rapporto affettivamente appagante

  • Sensazione di vuoto e tristezza quando la persona è single, ma al tempo stesso paura ed insoddisfazione quando si trova in un rapporto di coppia

  • Scarsa autostima e convinzione di non essere amabile

  • Ricerca inconscia di partner emotivamente indisponibili, rifiutanti o con i quali la relazione è problematica

  • Confondo il sesso con l'amore

  • Il senso di solitudine e l'insoddisfazione vengono evitati attraverso la ricerca di rapporti sessuali o relazioni con più partner allo stesso tempo

  • Disponibilità ad avere rapporti sessuali non protetti o con sconosciuti

  • Innamoramento facile: scambiano qualche gesto di attenzione per amore

  • Disponibilità a prostituirsi o farsi maltrattare in cambio di amore o affetto

  • Uso di comportamenti seduttivi, manipolativi, aggressivi, autolesivi per attrarre o trattenere la persona verso la quale nutrono interesse

  • Incapacità a mettere limiti appropriati nei rapporti interpersonali

  • Evitamento di rapporti amicali, familiari, lavorativi e degli interessi personali per concentrarsi solo sulla relazione affettiva.


LEGGI ANCHE Ansia di abbandono


Alla base della dipendenza affettiva vi è la paura della separazione e dell'abbandono. Per ottenere amore si è disposti ad accettare situazioni spiacevoli ed umilianti pur di ricevere attenzioni dal partner. Inevitabilmente la presenza "soffocante" del dipendente provoca l'allontanamento dell'"oggetto d'amore". I sentimenti di rabbia, vergogna e colpa si alternano perché nel compiacere il partner si mette in secondo piano e rinuncia ai propri bisogni allo scopo di sentirsi amato. La paura del dolore del rifiuto provoca la sottomissione ad una partner percepito come un "salvatore" capace di colmare i propri vuoti emotivi e affettivi.

LOVE-ADD03Il bisogno di ricevere amore diviene un'ossessione che porta il dipendente a controllare il partner, esserne smodatamente geloso, e a vivere solo in funzione di esso rinunciano a spazi di vita ed interessi propri.

Le cause della dipendenza affettiva sono complesse e tipicamente radicate nelle prime esperienze di vita nel contesto familiare. I fattori più importanti che contribuiscono a formare questo modello insano di relazione sono l'incuria durante l'infanzia o l'abbandono, l'essere vissuti in una famiglia che trascurava i bisogni emotivi ed affettivi o con in cui vi era un'elevata conflittualità e violenza tra i genitori o tra genitori e figli, genitori dipendenti da sostanze, esperienze di rifiuto o di abuso fisico, emotivo o sessuale.

 

Maurizio Sgambati

Se desideri che il dott. Maurizio Sgambati risponda a delle tue domande o ti chiarisca dei dubbi, compila il seguente form (il tuo messaggio non verrà visualizzato online). Riceverai in breve tempo una risposta in privato.



 

Leggi anche:

Il rapporto di co-dipendenza


La vittima nella relazione di abuso


 

 

 
Author Avatar

About Author

Psicologo Psicoterapeuta ed Analista Transazionale Certificato. Effettuo attività di consulenza psicologica e psicoterapia come libero professionista in privato privilegiando le problematiche del singolo adulto. Collaboro con alcune associazioni di promozione sociale offrendo formazione e supervisione professionale. Per Noi2 Magazine scrivo articoli di taglio psicologico riguardanti il mondo delle relazioni.

1 Comment

Add Comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.