Allenamento di coppia in palestra

  1. Homepage
  2. Coppia in forma
  3. Personal trainer
  4. Gianni Cecchetti
  5. Allenamento di coppia in palestra
Allenamento di coppia in palestra

Allenamento di coppia in palestra

YooniqImages_207045400Lui si iscrive in palestra. Lei non vuole essere da meno. Oppure, viceversa, lei inizia a seguire uno corso di Zumba e lui decide di accodarsi. Quante volte vi siete ritrovati in una situazione del genere? Perché, diciamoci la verità, per quanto sia bello un allenamento di coppia in sala pesi, questo sarà sempre impari: lei vorrà dimagrire nelle zone di glutei e cosce ma senza mettere su troppi muscoli, mentre lui vorrà ottenere un aspetto più tonico e delle braccia più voluminose. Non serve un genio per capire che questi due obiettivi sono diametralmente opposti. Quindi, come trovare un compromesso per potersi allenare in coppia in sala pesi?

Esaminiamo due casi tipo:

1. Lui in forma, lei no.

10179aecb2217651_coupleIn questo caso l'esperienza di lui servirà a guidarla con consigli sulla corretta esecuzione degli esercizi, dato che molto spesso il rapporto tra donne e sala pesi non è dei migliori. Lui potrà sacrificare il suo allenamento per un giorno per rendere più piacevole quello della compagna, magari proponendole un Total Body, allenando inizialmente i muscoli delle gambe, per ottenere maggiori benefici.

Entriamo nello specifico: in qualità di trainer suggerisco che il volume serie/ripetizioni dovrà adeguarsi al livello di preparazione fisica di lei. Eseguire almeno 4 serie da 12/15 ripetizioni per esercizio potrebbe essere un buon inizio, mantenendo un sovraccarico leggero per limitare al minimo i famosi "dolori del giorno dopo". Lui eseguirà gli stessi esercizi mantenendo il proprio volume serie/ripetizioni, come un 3 per 10 oppure un 4 per 8.

Per essere più concreti prendiamo come esempio la Leg Press (macchinario isotonico per allenare fondamentalmente i quadricipiti): lei eseguirà la sua prima serie da 15 ripetizioni con un sovraccarico di 30 Kg; una volta finito sarà il turno di lui, che eseguirà il suo esercizio con un sovraccarico di 80 kg. Questa alternanza dovrà essere mantenuta per tutte le serie di ogni esercizio, dando ad ognuno il tempo di recupero necessario.

Una volta usati i macchinari isotonici, sarà d'obbligo una buona dose di tapis roulant o cyclette, che a lei piacciono tanto.

 

2. Lei in forma, lui no.

10760_Come_allenarsi_tapis_roulant_zCome avrete intuito, generalmente alle donne piacciono gli allenamenti dinamici: il partner dovrà quindi adeguarsi. Tralasciando tutto il panorama di corsi che le palestre propongono, un allenamento tipo "al femminile" prevederà l'uso di piccoli attrezzi liberi ed una modalità a circuito, piuttosto che la classica serie/ripetizioni.

Per quanto una donna possa essere allenata, in rari casi potrà essere più forte di un uomo, quindi anche un allenamento a corpo libero di coppia potrebbe fare al caso loro, con l'esecuzione di esercizi che prevedano movimenti globali eseguiti insieme.

Un circuito tipo potrebbe essere: 30'' di piegamenti su una gamba tenendosi per mano; 30'' di piegamenti sulle braccia battendosi il "cinque"; 30'' di addominali con le gambe incrociate tra loro. Tutto ciò ripetuto per almeno 4 volte.

Come nel caso precedente, anche qua l'attività cardio avrà un ruolo chiave.

 

Tralasciando tutto quello che abbiamo detto fino ad ora, è bello rendere più piacevole un allenamento di coppia trasformandolo in un momento di gioco dove potersi prendere in giro a vicenda e scherzare. Sforzarsi insieme aumenta la complicità e il legame della coppia, per non parlare della tempesta ormonale del post-workout!

 

Gianni Cecchetti

 

 
Author Avatar

About Author

Toscano, classe 1991, appassionato di fitness. Vengo principalmente dal nuoto e dalla kick-boxe, dove ho vinto un titolo internazionale all'interno della mia federazione. Gli studi (con la "S" maiuscola) inerenti il mondo del fitness, sono iniziati nel 2011 con la Federazione Italiana Fitness, grazie alla quale mi tengo costantemente aggiornato. Nel 2014 ho intrapreso il percorso universitario alla facoltà di Scienze motorie con l'intento di proseguire nel ramo della nutrizione. Sostengo l'applicazione del buon senso nell'attività fisica, nell'alimentazione e nel lifestyle in generale.

Add Comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.