Basta supermamme!

  1. Homepage
  2. Attualità
  3. Basta supermamme!
Basta supermamme!

Basta supermamme!

Sono nella sala d'attesa del dentista, in apprensione quanto basta per non riuscire nemmeno a spulciare le chat del mio smartphone. Un'estrazione... mi consola solo l'idea che il mio dottore è molto carino è che l'avrò a distanza ravvicinata, quasi imbarazzante, per i prossimi 50 minuti. Per fortuna mi sono depilata i baffetti, ho fatto gargarismi con Chanel n.5 e ho le sopracciglia in ordine.

Mentre l'attesa comincia a innervosirmi sempre più, vedo appariscenti riviste di gossip fare capolino da un cestone e cedo. "Beh, vediamo che fanno le Vip." Sfoglio pagine e pagine di foto dei glutei di Belen che escono ora da uno striminzito hotpants di jeans, ora da un perizoma. Mentre cerco di capire dove fosse
finita la sua farfallina, se dal lato A,  al lato B, oppure volata via o emigrata su altri glutei, hunziker_trussardi_figlie_montagna_645chi ti vedo? Le solite Hunziker, Canalis e Blasi con i loro sorrisi raggianti, fotografate in giro per la città, a fare shopping con i loro pupi appena sfornati. Come se non avessero mai partorito se non in un'altra vita, le vedi camminare trionfanti, con fisici scolpiti, manco il figlio l'avessero ordinato su Amazon... Ma la cosa bella è che si dicono PRONTE PER CHISSÁ QUANTI ALTRI FIGLI!

RAGAZZE... Aspettate un attimo: ok, siete carine anzi strafighe, ok siete bravine (ine, ine), benestanti e con manzi sempre pronti a riprodursi, fate figli con un genoma da urlo... Basta così no? C'è bisogno di fare le donne bioniche anche in questo frangente?

Ma io mi chiedo: ma subito dopo aver sfornato il bambolotto, aver annunciato al modo intero il nome sfigato di quel povero innocente fagottino, aspettate un attimo!

isabel_figlia_francesco_totti_f1_24248_originaley121Mostratevi nella vostra umana imperfezione, le persone e sopratutto le donne vi ameranno di più e vi invidieranno di meno. Che ne so, dite che la vostra visagista ha impiegato 2 ore per coprire le occhiaie, dopo una nottata di coliche (se mai ne aveste mai fatta una!), dite che siete stanche perché i pupi stanno sempre alla tetta e che non sapete che fare con questo roming in, dite che anche vi siete sfatte dopo la gravidanza come tutte le donne mortali di questa terra e che il Photoshop fa miracoli. Dite anche voi che i vostri seni sono dei sacchi vuoti dopo l'allattamento e che avete smagliature, ma che non ve ne frega niente perché il latte materno è un dono enorme. Dite insomma che il bambino o bambina che è nato, comporta rinunce, stanchezza, fatica, e che puoi avere tante tate quante ne vuoi ma la mamma resti tu. Dite che la gravidanza trasforma, e i cambiamenti fisici non sempre sono in meglio ma che si possono accettare. Dite che anche voi temete in fondo di non essere all'altezza e che la responsabilità della crescita dei vostri figli vi impensierisce. Come a tutte noi! Basta supermamme! Veramente non ci vogliamo confrontare con questo cliché, perché non ci rende giustizia né a noi, né a voi!

Beh con questi pensieri l'estrazione è stata una passeggiata, il dottore ha detto che sono stata bravissima e detto da lui è una grande soddisfazione. Comunque anche lui, Mister Tiradenti Strafigo, da vicino, aveva un punto nero.

 

Lisa Coccioli

 
Author Avatar

About Author

Sono nata a Taranto nel '75, ho una laurea inutile in Scienze Ambientali. Sposata nel 2003 ho seguito mio marito nei suoi trasferimenti: a Roma sino al 2009, in Germania sino al 2012. Lì, oltre a mangiare wurstel, frequentare un corso di tedesco e fare la mamma, volevo parlare con qualcuno e così ho insegnato italiano ai tedeschi nelle scuole serali. Nuovamente a Roma, poi a Taranto dove resteremo per un paio di anni. Ho 3 bambini, adoro leggere, ascolto le beghe sentimentali delle mie amiche, guardo film e cucino. Per smaltire le calorie di ciò che preparo, corro due volte a settimana. Odio stare a casa... preferisco l'aria aperta coi bambini.

1 Comment

Add Comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.