Sesso sicuro e preservativo

  1. Homepage
  2. Sessualità
  3. Sesso sicuro e preservativo
Sesso sicuro e preservativo

Sesso sicuro e preservativo

Tanti aspetti del sesso spesso non vengono affrontati con la dovuta accuratezza e serietà. Per esempio, la questione delle malattie sessualmente trasmissibili, patologie la cui diffusione è in continuo aumento in tutto il mondo occidentale. Alcune delle cause di questo fenomeno è la facilità con la quale avviene il contagio e la mancanza di informazioni corrette sulla prevenzione, in particolare modo per i giovani tra i 16 e i 24 anni, età definita a rischio. Evitare le infezioni è possibile grazie ad un uso corretto del profilattico.

Parlare di preservativi e contraccezione genera a volte ironia, leggerezza e superficialità. Le relazioni amorose basate sull'eccitazione e la passione del momento tendono a non contemplare nemmeno lontanamente l'idea di gravidanze o infezioni trasmesse per via sessuale. Ma è innegabile che un approccio alla sessualità senza la giusta attenzione alle conseguenze che può causare è poco intelligente. Un rapporto a rischio (esposto alla possibilità di contrarre malattie sessualmente trasmesse e gravidanze inattese) può minare la propria salute e quella del partner. Il preservativo, così come un qualsiasi altro metodo contraccettivo attendibile, non dev'essere giudicato un terzo incomodo nella vita di coppia. Anzi, l'utilizzo del profilattico dev'essere piuttosto considerato un gesto di maturità e responsabilità, un atto di tutela per la propria salute e di amore verso il prossimo.

condomPer quanto riguarda le malattie sessualmente trasmissibili che hanno gli esiti più gravi, come l'Hiv (o AIDS), l'uso del preservativo è l'unico metodo che può evitare il contagio. È molto importante sapere come utilizzarlo, se abbiamo rapporti intimi con persone di cui non conosciamo lo stato di salute: è necessario utilizzarlo dall'inizio alla fine del rapporto, non solo nella fase dell'eiaculazione, inoltre non va mai impiegato per più di un rapporto e deve essere inserito anche per i rapporti anali o orali.
Dal punto di vista della prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili, il preservativo è il sistema più valido, dopo l'astinenza. Tranne che per i condilomi acuminati e l'Hpv (Human papilloma virus), che si trasmettono attraverso il contatto della pelle, quindi con le carezze e la masturbazione. In questo caso l'unico modo per evitare l'infezione è astenersi da rapporti intimi con persone affette da questa patologia.

Prima di utilizzare il profilattico è bene assicurarsi che abbia determinate caratteristiche, necessarie a garantire un'approccio al sesso sicuro:

  1. Controllare la data di scadenza: anche i preservativi hanno una scadenza che dev'essere sempre controllata prima dell'acquisto (e soprattutto prima dell'utilizzo).

  2. Assicurarsi che le dimensioni del profilattico siano adeguate a quelle del pene: un preservativo troppo aderente e stretto rischia di rompersi e srotolarsi. Un condom troppo grande può invece sfilarsi più facilmente.

  3. Avere cura d'infilare il preservativo dal verso giusto (con l'anello di gomma rivolto verso l'esterno): in caso contrario, si raccomanda di buttarlo nel pattume (mai nel WC) e di sostituirlo con uno nuovo per evitare che eventuali tracce di sperma (finite accidentalmente nelle pareti interne del preservativo e poi rivolte verso l'esterno) vadano a determinare un concepimento.

  4. Ogni tipo di preservativo è monouso pertanto, si raccomanda di non riutilizzarlo per un secondo rapporto.

  5. Assicurarsi che la guaina impermeabile sia perfettamente integra prima di indossare il preservativo.


 

 
Author Avatar

About Author

1 Comment

  • Posted on Set 25, 2017 at 16:07 pm

    […] che gli omosessuali, in quanto categoria più a rischio, siano più attenti all’utilizzo di metodi di protezione e quindi siano più sani rispetto alla popolazione etero e chi invece sostiene che le pratiche […]

Add Comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.