IL MAGAZINE SUL CICLO DI VITA DELLA COPPIA

 

Sexting su Snapchat: istruzioni per l’uso

Negli anni dell’effimero e della frenesia, Whatsapp è sicuramente l’app di messaggistica istantanea più famosa ed usata nel mondo, ma ce n’è un’altra che si va affermando sempre più: Snapchat. È l’applicazione per Android e iPhone che rispetto a Whatsapp ha una caratteristica particolare: permette agli utenti di scambiarsi foto o brevi video (della durata di massimo 10 secondi) che dopo la visualizzazione si cancellano automaticamente. Basti pensare che le ultime notizie parlano di 10 miliardi di video snap al giorno (tanto da superare ampiamente anche Facebook).

snapchat-sextingProprio per questa caratteristica, Snapchat è divenuta rapidamente la nuova frontiera dei flirt. Infatti è utilizzata specialmente in due casi:

  1. Per fare sexting. Per sexting si intende lo scambio di messaggi sessualmente espliciti o immagini inerenti al sesso, principalmente tramite smartphone o computer.
  2. Per tradire. Al contrario di email ed sms che possono essere distrattamente non cancellati, gli sms e i video di Snapchat si autodistruggono dopo 3 o 10 secondi.

Attenzione però: nonostante l’auto-distruzione delle foto e dei video postati sulla piattaforma nessuno vieta a chi è dall’altra parte di salvarli facendo uno screenshot dello schermo (operazione che viene segnalata nella chat di Snapchat) o catturando le immagini riprodotte sul telefono con altri apparecchi. Anche di fronte alla tecnologia più avanzata quello che poi conta è la relazione di fiducia che esiste fra due persone e che le mette al riparo dall’utilizzo nocivo di scambi testuali e videofotografici hard.

La libertà che dà Snapchat quindi sembra concedere tutto, o quasi. C’è infatti da sottolineare che la disinibizione a suon di snaps, ha comunque un suo “regolamento” o meglio, ci sono dei comportamenti di massima che possono evitare brutte figure e terribili fail:

Il timer va impostato con criterio
Il tempo massimo consentito è di 10 secondi. Due o tre secondi daranno giusto un’impressione. Se si opta per una foto da mostrare per tutti i 10 secondi si darà il tempo all’altro di notare tutti i dettagli, anche quelli non desiderati.

Non fare screenshot
Come dicevamo prima, non appena si clicca per avere uno screenshot di un video, l’altro riceve una notifica. Le leggi della chat sono chiare e si finisce per fare la figura del viscido.

NEWS LIZ STORY 20/1/16 A Hull university student has created a Snapchat account circulating nude pictures of fellow students. Generic picture of a person using the Snapchat app on an iphone. Pictures: Rob Stebbing.

Sexy il più possibile
Ci vuole fantasia, certo. Una donna ha meno problemi visto che un dettaglio a volte è più intrigante dei nudi espliciti. Per gli uomini è più difficile. La penombra aiuta, è un ottimo filtro per tutti.

Nessuna paura dei video, attenzione alla colonna sonora
Un video permette di non dover badare ai dettagli, come nelle foto. L’attenzione del destinatario si focalizza sul protagonista del video, ma attenzione all’audio di sfondo che spesso esula dall’idea del video in sè e ne cambia totalmente il tono.

Vietato chiedere nudi
Inviare una foto è una scelta di chi invia, non deve esserci richiesta o forzatura.

Il rischio c’è sempre
Snapchat è divertente, ma non bisogna dimenticare mai che chiunque per vari motivi, potrebbe rendere pubblico qualcosa che si ha mandato. Vale la pena correre il rischio?

 

 

 

Leggi anche:

sexting-story_647_081015011438

Le app giuste per fare sexting

ca2e61a2d8494d6c733b390f67b5eff8

Io orgasmo, e tu?



Francesca Casali

Addetto stampa e PR nel settore turistico e dell’enogastronomia con il pallino per gli eventi. Scrivo per passione con l’obiettivo di diventare giornalista pubblicista. Sono editore e redattore della rivista online DosMo Magazine, appassionata del web, ne adoro le sfide. Noi2 Magazine è una bella sfida.


One thought on “Sexting su Snapchat: istruzioni per l’uso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *