Fabrizio Quattrini: gli italiani, il sesso e i tabù

  1. Homepage
  2. Attualità
  3. Fabrizio Quattrini: gli italiani, il sesso e i tabù
Fabrizio Quattrini: gli italiani, il sesso e i tabù

Fabrizio Quattrini: gli italiani, il sesso e i tabù

Intervistare Fabrizio Quattrini è un piacere: al di là delle sue altissime qualifiche ed esperienze professionali, ha la capacità di mettere l'interlocutore a sua agio e di parlare di sesso come si trattasse di uno scambio di ricette fra amiche. Psicologo, psicoterapeuta e sessuologo, presidente dell'Istituto Italiano di Sessuologia Scientifica (IISS) di Roma, ha partecipato dal 2009 al 2011 a Sex Therapy, programma tv messo in onda su Cielo dove interveniva come specialista nella risoluzione di problematiche sessuali nella coppia.

Abbiamo deciso di intervistarlo perché la componente sessuale è fondamentale in un rapporto di coppia e volevamo avere degli aggiornamenti sulla tematica da condividere con i nostri lettori.

12841267_474499879416476_2523372525082627781_oDott. Quattrini, come stanno gli italiani dal punto di vista della sessualità?

Meglio del passato, ma continuano ad esistere molti tabù, ignoranza e confusione. Lo vedo dalle persone che mi contattano, sia per fare percorsi individuali, sia di coppia. Portano spesso un disagio sessuale che ha origine dall'ignoranza e legato agli stereotipi. Quindi, nonostante la curiosità che gli italiani dimostrano verso la sessualità, molti rimangono agganciati ai tabù e ai pregiudizi.

Quali sono le problematiche sessuali che affliggono di più gli uomini e quali le donne?

Per quanto riguarda gli uomini al giorno d'oggi l'eiaculazione precoce la fa da padrone. Il dramma dell'uomo di dover durare per far godere la donna è diventato quasi esasperante, è proprio una fissazione. Se la persona non conosce e non riesce a controllare i meccanismi preorgasmici potrebbe vivere il rapporto con ansia e preoccupazione. Il secondo problema più diffuso è il disturbo dell'erezione, basta guardare quante sono le pubblicità dei farmaci appositi. Molto spesso però, il disturbo ha un'origine psicosomatica e quindi il farmaco non serve a molto.

Per quanto riguarda le donne le cose sono cambiate: fino a qualche anno fa il problema predominante era l'anorgasmia, ora come ora bisogna cambiare l'ottica che esistano diversi tipi di orgasmo (clitorideo, vaginale, anale), mentre l'orgasmo è uno solo provocato dalla stimolazione diretta o indiretta del clitoride e che può avvenire anche durante la penetrazione (orgasmo coitale). Molte donne oggi hanno difficoltà ad avere un orgasmo coitale, ossia a lasciarsi andare durante la penetrazione, mentre hanno tranquillamente un orgasmo con altri tipi di stimolazione (orale, masturbazione).

Esiste una sessualità normale?

Esiste una sessualità. La sessualità "normale" può essere definita solo attraverso una parametrizzazione, ad esempio sessualità statistica, medico-biologica, giuridica. Esistono delle atipicità rispetto alla definizione di sessualità statistica (ossia comportamenti sessuali meno frequenti rispetto alla media della popolazione) tipo il BDSM, lo scambio di coppia o l'esperienza con persone dello stesso sesso.

La sessualità merita di esser vista e vissuta a 360 gradi, cercando di sganciarsi da stereotipi e rigidità che per secoli hanno condizionato la nostra società e ridotto la sessualità alla sua mera funzione procreativa. La sessualità è anche piacere nel pieno rispetto di sé stessi e del partner, altrimenti diventa una forzatura.

Come in tutti gli aspetti della vita, anche nella sessualità ci sono mode e confini che si spostano. Secondo lei, quali sono le nuove frontiere del sesso oggi?

Per quanto riguarda la coppia, la tematica del BDSM sta prendendo piede. Il BDSM è quell'insieme di pratiche relazionali e sessuali che hanno a che fare con il bondage, la dominazione/sottomissione ed il sadomasochismo, non come forme patologiche della dimensione erotica/sessuale, ma come dinamiche di coppia consensuale un po' più estrema.

Ci sono ad esempio dei corsi di bondage, oppure situazioni un po' particolari come, ad esempio film o club privé, verso i quali la coppia si approccia per avere una sessualità più hard, ma anche all'insegna del divertimento.

9788850222483_non_smettere_di_giocareInfatti nel suo libro Non smettere di giocare (Edizioni Tea, € 11,00, anche in ebook) si occupa della dimensione divertente del sesso.

Si, infatti, anche quando si parla di BDSM, non si tratta di fare chissà che cosa. Anche una semplice paletta per fare lo spanking, ossia sculacciare il partner, è un gioco sessuale divertente, non invasivo e che permette alla coppia di attivare dei recettori del piacere che non conoscevano. In questo senso può essere un elemento di novità e un modo diverso per stare insieme. Nel mio libro si trovano indicazioni di alcuni giochi erotici che si spingono un po' oltre a quelli più tradizionali, al fine di attivare o riattivare dinamiche diverse da quelle messe in opera normalmente. Al giorno d'oggi il dramma forte delle coppie è che di fronte alla monotonia tendono a trovare l'elemento di divertimento e di novità al di fuori della coppia, entrando nel campo del tradimento. Se invece le coppie imparassero a giocare e a rivedere la propria normalità sotto una diversa prospettiva, ci sarebbe la possibilità di godere di una sessualità che si rinnova continuamente.

Dai dati che emergono dalle pubblicazioni su Noi2 Magazine, abbiamo constatato che un argomento che desta particolare interesse sono le app per fare sexting. Le risulta?

Argomento interessante. Tutte le cose che attivano il voyeurismo e l'esibizionismo incuriosiscono e suscitano interesse. Il termine sexting indica l'invio di messaggi sessualmente espliciti e/o immagini inerenti al sesso principalmente tramite apparecchi mobili (cellulari, tablet, etc). Fare sexting può essere un gioco, ma nasconde delle pericolosità perché è facile mettere delle immagini online, magari ignorando tutto quello che potrebbe derivarne. In particolare è pericoloso per gli adolescenti: i ragazzi sono bersagliati da stimoli sessuali, che però sono buttati là senza un'educazione sessuale di base e che dia loro la possibilità di un'adeguata elaborazione. Un esempio classico è quello dell'adolescente che manda ad un'amica una foto senza veli su WhatsApp e poi si trova ad avere la sua foto su di un gruppo condiviso. L'adolescente (ma non solo) non ha la sensazione di pericolo quando lo fa.

 

Leggi anche:

maleorg3
Uomini e orgasmo multiplo? Si può fare


sexting-story_647_081015011438
Le app giuste per fare sexting


 
Author Avatar

About Author

2 Comments

  • Posted on Mag 24, 2016 at 17:56 pm

    […] NEWS Club per single #4: Federico e Anna Fabrizio Quattrini: gli italiani, il sesso e i tabù Il rapporto di co-dipendenza Il trombamico La limonata di Beyoncé L’evoluzione della […]

  • Posted on Mag 30, 2016 at 09:24 am

    […] la passione Club per single #4: Federico e Anna Seduttori pordenonesi tutti promossi Fabrizio Quattrini: gli italiani, il sesso e i tabù Il rapporto di co-dipendenza Il trombamico La limonata di Beyoncé L’evoluzione della […]

Add Comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.