L’orgasmo femminile e la sua evoluzione

  1. Homepage
  2. Scienza
  3. L'orgasmo femminile e la sua evoluzione
L’orgasmo femminile e la sua evoluzione

L’orgasmo femminile e la sua evoluzione

Secondo Mihaela Pavlicev (pediatria dell'ospedale di Cincinnati) e Gunther Wagner (biologo evoluzionista dell'Università di Yale) l'orgasmo femminile, uno dei più gradi misteri della sessualità, avrebbe origini dal passato evolutivo mentre l'orgasmo dell'altro sesso, quello maschile, avrebbe un legame più diretto con la mera riproduzione. Svesken-på-diskenMolti studiosi e scienziati hanno studiano questa tematica da sempre, ma pare che venirne a capo sia davvero una sfida! Vi ricordate la scena del film "Harry ti presento Sally" dove Meg Rayan simulò egregiamente un orgasmo all'ora di punta? La perplessità di Billy Crystal è passata alla storia.


In base a questa ricerca, si evincono dei dati interessanti relativi al famigerato orgasmo femminile confrontando la specie umana con altri mammiferi. Nel passato evolutivo della donna risiederebbero quindi le risposte: una volta l'orgasmo femminile aveva la funzione di indurre la donna ad avere l'ovulazione. I due studiosi, nella loro ricerca pubblicata sulla rivista Jez-Molecular and Developmental Evolution hanno approfondito l'aspetto del ruolo biologico del piacere delle donne studiando ad analizzando diversi tipi di mammiferi: scimpanzé, topo, cavallo, delfino, coniglio, cane, gatto, maiale e koala. Lo studio ha sottolineato come in alcuni tipi di mammiferi (gatti, conigli), il picco ormonale si verifichi durante il rapporto sessuale e questo diviene significativo per la produzione di ovuli. In maniera diversa, come ad esempio nel caso delle donne ed altre specie di mammiferi, le femmine hanno un'ovulazione spontanea. 52b8bd630ecfe__500!Si deduce da questo studio che l'orgasmo femminile nasce come stimolo alla produzione di ovuli durante il rapporto sessuale ma perde funzionalità specifica nell'evoluzione, quando l'ovulazione diventa spontanea e l'orgasmo non necessario per procreare. Ne consegue quindi che l'orgasmo femminile diventa semplicemente un piacere derivante dall'atto sessuale.


I due studiosi inoltre, per comprovare la loro tesi, non si sono fermati solo all'orgasmo, ma hanno fatto cenno anche ad uno studio precedente in cui era stata messa a confronto la posizione del clitoride nelle diverse specie di mammiferi. In quelle che evidenziano picchi ormonali durante il rapporto sessuale, il clitoride è situato all'interno nella vagina e quindi ne risulterà più semplice la stimolazione; invece nelle specie che hanno sviluppato l'ovulazione spontanea, il clitoride è situato esternamente e quindi più difficilmente stimolabile durante un rapporto sessuale. Forse da questo si potrebbe trovare una spiegazione al perché molte donne non riescono a raggiungere l'orgasmo durante un rapporto con il proprio partner.


Vero è che il tema ancora tutt'oggi misterioso e poco conosciuto dell’orgasmo femminile, continua a far parlare di sé.


 

 

Martina Dell'Osbel

 

Leggi anche:

2
Me la rifaccio


χ12
7 preliminari per accendere la passione


 

 
Author Avatar

About Author

Sono laureata in Relazioni Pubbliche e Pubblicità ed fatto ho un Master in Diritto dell'ambiente. Ho sempre lavorato nell'ambito della comunicazione come: speaker radiofonica, corrispondente per delle testate, formatrice. Il mondo della scrittura mi ha da sempre affascinata! Sono felice di poter scrivere degli articoli per la redazione di Noi2 Magazine...così potrò mantenere viva la mia passione!

1 Comment

Add Comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.