IL PRIMO MAGAZINE SULLA VITA DI COPPIA. SFUMATURE DI NOI2

Un solo sito per trovare punti di riferimento utili a scoprire tutti gli aspetti della vita di coppia.

Io italiana, lui americano (atipico)

Tra me e Brian ci sono 3 culture differenti. Vi chiederete come mai… Brian è cittadino americano ma è figlio di genitori di etnicità differenti: sua mamma è originaria del Guam. Lo so, state pensando alle alghe… ebbene, il nome è quello ma le alghe sono tutt’altra cosa. Ora starete cercando il Guam su Google e scoprirete che è una splendida isola circondata dalle acque cristalline dell’Oceano Pacifico. È territorio americano, conquistato durante la seconda guerra mondiale. A proposito, ve lo consiglio come meta turistica durante il nostro inverno.

Ritorniamo a noi, eravamo rimasti a mamma del Guam. Mio suocero è americano con nonni provenienti dalla Repubblica Ceca e dall’Alsazia. Questo è Brian. Poi ci sono io, 100% salentina anche se il mio papà è biondo con occhi azzurri.

Ci troviamo dunque con Brian che proviene da una famiglia che respira due culture e che già da teenager aveva ben chiaro quale fosse la sua vera cultura: quella del Guam. È una cultura molto simile a quella salentina e lontana da quella americana, quindi lo definirei un americano atipico.

La fortuna di Brian è stata quella di aver vissuto sempre in un contesto internazionale, sia da ragazzino, sia da adulto. Per diversi anni è stato in missione per l’aeronautica americana e quindi è stato in territori quali il Kuwait di Saddam, l’Arabia Saudita, i Balcani durante le guerre dei primi anni 90, l’Iraq di Osama Bin Laden. Tutte queste esperienze hanno plasmato il suo carattere e lo hanno in qualche modo trasformato nell’uomo di oggi. A volte lo vedo come un guru, soprattutto quando per sciocchezze mi arrabbio e lui riesce a farmi capire quanto siamo fortunati a vivere in occidente.

Quindi, in un certo senso, io non noto molte differenze tra me e lui, probabilmente se fosse stato americano DOC non lo avrei sposato. Tutti e due odiamo gli sprechi e l’eccesso di consumismo che, ahimè, sta per invadere sempre più anche l’Italia e lui mi ripete sempre: “Rimanete come siete, non copiateci!”. Nel 1999/2000 io vivevo negli Stati Uniti e per me era un sogno poterci lavorare. Con il tempo però ho capito che poi tanto bene non si sta, che i valori di una famiglia lì non ci sono, che la gente è troppo presa dal lavoro e dall’idea di dover fare soldi… Money, questa è la vera religione degli USA, anche perchè tutto lì ha un prezzo.

Del suo essere americano adoro il suo BBQ (barbeque) e così anche amici e parenti. Il mio essere italiana che lui adora sta nella mia lasagna e nella mia parmigiana. La cucina ed i viaggi ci uniscono molto, decidere di fare insieme qualsiasi cosa è parte di noi e come dice il nostro tappetino fuori dalla nostra casa italiana: Live Love Laugh.

 

Adriana Carluccio Hasher

 

Leggi anche:

11260510_10153070977300740_1315444733318373093_o

Single sì, finchè non è arrivato lui…

image

Amsterdam o Cinque Terre?

 

 



Adriana Carluccio Hasher

Nata a Lecce nel 1972, ma cittadina del mondo da sempre. Ho una passione smodata per le lingue straniere e adoro viaggiare. Nel 2015 mi sono sposata con un vigile del fuoco americano quindi ora vivo un po’ in Italia un po’ in Usa. Adoro i bambini anche se ancora non è ho, ma non è mai troppo tardi! Lavoro in un’azienda informatica e non mi annoio. La mia passione in assoluto è la danza classica, l’arte e lo spettacolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *