IL PRIMO MAGAZINE SULLA VITA DI COPPIA

 

Matrimonio e ruolo dei genitori

2f5fd6e6d4f6bca46a5ca32b6d4cbeecPartendo dal presupposto che niente di ciò che farete per il vostro matrimonio potrà mai soddisfare tutti, dovrete avere un occhio di riguardo nei confronti dei vostri genitori. Nell’organizzazione del matrimonio infatti tra tutte le cose da gestire c’è anche il coinvolgimento dei genitori. Questo può essere gradito o non gradito dai futuri sposi, che si ritrovano a dover gestire in certi casi la pressione da parte di parenti e rispettive famiglie. Diciamo che è del tutto normale che i vostri genitori vogliano starvi accanto prima e durante quel magico giorno, perché ci tengono a voi e desiderano vedervi felici, ma non sarà semplice gestire i vostri desideri e ciò che le persone che avete attorno vorrebbero consigliarvi.

L’unica cosa che potete fare per rendere la fase organizzativa più fluente e serena sarà quella di rispettare i vostri genitori e volergli bene, a prescindere. Con dei limiti però, dopotutto a sposarvi siete voi. Ecco qualche suggerimento per fare in modo che tutto fili liscio e che tutti tornino a casa dopo la festa con un sorriso stampato sulla faccia (e un po’ di mascara colato per le mamme…).

1. Coinvolgeteli: se vogliono aiutarvi economicamente, lasciateglielo fare. Cercate però di gestire voi la cosa nel migliore dei modi e valorizzate l’aiuto che vi vogliono dare. Loro potrebbero essere fonte di conoscenza ed esperienza, quindi approfittatene per chiedere qualche consiglio nella misura in cui lo ritenete adeguato.

2Capiteli: se vi metterete nei loro panni, anche solo per qualche secondo, capirete che è del tutto normale se sono agitati e stressati quanto voi (o forse di più!). A volte vorranno sapere cosa pensate, cosa state organizzando, quale opzione privilegiate rispetto ad altre diventando anche un po’ pressanti o addirittura potrebbero arrivare a non chiedervi nulla per l’eccessivo stress… ed è quindi il momento giusto per essere comprensivi smorzando le tensioni.

Mother in law kissing bride with happy father and son shaking hands in the background3. Ringraziateli: può essere che presi dall’organizzazione di tutti i più piccoli particolari, ci si scordi di ringraziare le persone che si hanno accanto e che tanto ci stano aiutando, soprattutto i genitori. È quindi più che doveroso, in un periodo così importante, ringraziarli dando loro un segno di riconoscimento per l’affetto che provano per voi.

4. Se siete dei genitori, rispettate le scelte dei vostri figli: l’esperienza del matrimonio l’avete già vissuta in prima persona (sempre che vi siate sposati) ed è ora il tempo di lasciare che il momento magico arrivi anche per loro. Se non c’è stata nessuna marcia nuziale nel vostro passato, dovrete trovare la forza di resistere all’attrazione magnetica di far diventare questa la vostra occasione mancata.

 

Martina Dell’Osbel

 

Leggi anche:

SBT-STK307246RKN

Il matrimonio della mia migliore amica (1ª parte)

bridesmaids-dresses-blue-bridesmaid-dresses-629

Il matrimonio della mia migliore amica (2ª parte)



Martina Dell'Osbel

Sono laureata in Relazioni Pubbliche e Pubblicità ed fatto ho un Master in Diritto dell'ambiente. Ho sempre lavorato nell'ambito della comunicazione come: speaker radiofonica, corrispondente per delle testate, formatrice. Il mondo della scrittura mi ha da sempre affascinata! Sono felice di poter scrivere degli articoli per la redazione di Noi2 Magazine...così potrò mantenere viva la mia passione!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *