Papà, e quello cos’è?

  1. Homepage
  2. Professionisti della coppia
  3. Psicologo
  4. dott.ssa Antonella Besa
  5. Papà, e quello cos'è?
Papà, e quello cos’è?

Papà, e quello cos’è?

All'interno della settimana dedicata al benessere sessuale, non poteva mancare un approfondimento sull'educazione sessuale, argomento più che mai necessario ed attuale nella nostra società moderna, dove il sesso è a portata di mano con un click. Abbiamo intervistato la dott.ssa Evgenia Gasteratou, psicologa, psicoterapeuta, consulente sessuale esperta in educazione sessuale.

0326f61È un argomento che coinvolge tutti, ma nello specifico in questo articolo parleremo di educazione sessuale per i bambini.

Che cos'è l'Educazione Sessuale?

L’Educazione Sessuale è l'accompagnamento del bambino/ragazzo nel suo viaggio durante lo sviluppo sessuale e la scoperta di se stesso e degli altri, aiutandolo ad inserire la sessualità nel suo progetto di vita come un progetto di benessere. L'obiettivo è quello di comprendere e di vivere la propria sessualità in modo consapevole, responsabile e in pieno rispetto di sé e del altro. L'Educazione Sessuale riguarda soprattutto la persona nella sua totalità, tenendo insieme tutte le dimensioni della sessualità da quella emotivo-affettiva e culturale a quella biologica, riproduttiva e ludica.

Genitori ed Educazione Sessuale: da dove partire?

Quando parliamo di sessualità con i bambini, dobbiamo tenere presente che il focus della questione non è "cosa dire", ma "come essere". Che significa? Significa essere consapevoli del proprio mondo sessuale, delle proprie idee sulla sessualità, dell'Educazione Sessuale ricevuta da bambini/adolescenti. Sostanzialmente non è importante che cosa dire ai bambini, ma come lo si dice. Faccio un esempio: se io come donna ho un atteggiamento di ansia rispetto alla sessualità, quando risponderò alle domande di mio figlio mi sentirò imbarazzata e risponderò velocemente come se volessi scappare. Il messaggio che potrebbe arrivare al bambino è che la sessualità è qualcosa di cui avere timore e di cui è meglio non parlare.

Più consapevoli siamo del nostro atteggiamento verso la sessualità, più riusciremo a trovare il giusto modo per parlarne ai nostri figli ed accompagnarli verso una sessualità sana.

1461178730603Che cosa vogliono sapere i bambini sulla vita sessuale?

A seconda dell'età in cui si trovano e delle informazioni ogni volta acquisite, i bambini fanno diverse domande intorno la sessualità semplicemente come se stessero costruendo il loro puzzle riguardo all'argomento e chiedono ai genitori di aiutarli dove non ci riescono da soli. Questi ultimi devono fornire il pezzo giusto al momento giusto: che cosa vuol dire? Vuol dire che se diamo spiegazioni troppo dettagliate quando sono troppo piccoli, è come se dessimo loro un pezzo del puzzle che in quel momento non riescono ad attaccare; lo buttano, ossia non se ne fanno niente. Cosi può risultare certe volte inutile o in alcuni casi addirittura dannoso fornire loro delle spiegazioni per cui non sono ancora preparati. Per questo è importante conoscere bene il proprio figlio e cucire su misura per lui le informazioni di cui ha bisogno. I bambini non fanno mai domande su qualcosa che non interessa loro. E delle risposte che date tengono solo quello che riescono ad implementare nella loro rappresentazione del mondo.

Dottoressa, ci può dare qualche dritta sul comportamento che dovrebbero assumere i genitori?

  • Ascoltare il bambino cercando di capire sempre cosa c'è dietro alla sua domanda

  • Cercare di rispondere alle domande senza evitarle trovando magari un momento tranquillo. Se si è in difficoltà, si può prendere tempo per trovare la risposta più adatta a sé stessi, al bambino e alla situazione, rispondendo più tardi

  • Non essere mai sbrigativi nella risposta

  • Usare un linguaggio adatto all'età del bambino. Non essere troppo tecnici e dettagliati

  • Far sentire il bambino autorizzato a chiedere

  • Dare sempre informazioni reali/verosimili

  • Insegnare il rispetto per l'altro, a cominciare dal rapporto di coppia fra i genitori, ricordando sempre che ogni genitore funge dal modello al proprio figlio


Nel costruire una mappa con nostro figlio partiamo sempre dalle informazioni di base e man mano che ci chiede aggiungiamo ulteriori dettagli ricordando sempre che la coerenza è la regola di base. Questa modalità permettere al bambino, una volta cresciuto, di fare scelte adeguate ed autonome nel pieno rispetto di sé stesso e dell'altro.

como-hablar-de-sexo-con-ninos-pequenos-1Molto spesso accade che i bambini, anche molto piccoli, "si tocchino". Che cosa bisogna fare?

Toccarsi è una cosa piacevole… perché non dovrebbero farlo? Siamo noi adulti che interpretiamo il toccarsi dei bambini in modo malizioso. Per loro il corpo è tutto uguale, non ci sono "zone erogene", ma molti centimetri quadrati di pelle da scoprire. Onde evitare però che vadano incontro ad esperienze spiacevoli nel mondo (qualcuno che li molesta o li critica), bisogna dire ai bambini che certe zone del corpo sono delicate e che quindi nel rispetto di se stessi e degli altri (come ad esempio fare la pipì) è opportuno viverle in privato.

Se nonostante ciò che avete appena letto, l'idea di parlare di sessualità con i vostri figli vi manda nel panico, ci sono degli ottimi libri sull'educazione sessuale per raccogliere informazioni. Inoltre ci sono anche dei libri adatti ai bambini che potete sfogliare assieme a loro e che, essendo pieni di immagini, aiutano ad utilizzare una modalità a loro più consona. È importante ricordare però che ognuno deve trovare il SUO MODO per spiegare la sessualità ai bambini in base al PROPRIO FIGLIO.

 

Antonella Besa

Per conoscere l’attività della dott.ssa Besa visitate il sito www.psicologo-sessuologo-pordenone.com

 

Leggi anche:

Superhero kid against blue sky background. Girl power concept
Ad ogni genitore il suo stile


2016-logob1-sbs-modificato-ts-160421
La settimana del benessere sessuale
Author Avatar

About Author

Psicologa, Psicoterapeuta e Sessuologa. Per lavoro mi occupo di problematiche della coppia nel mio studio a Pordenone (Studio di Psicologia e Sessuologia Dott.ssa. Antonella Besa). Per Noi2 Magazine mi occupo di fare cultura e informazione sull'universo coppia.

Add Comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.