I disturbi della sfera sessuale: disforie e parafilie

  1. Homepage
  2. Professionisti della coppia
  3. Psicologo
  4. dott.ssa Antonella Besa
  5. I disturbi della sfera sessuale: disforie e parafilie
I disturbi della sfera sessuale: disforie e parafilie

I disturbi della sfera sessuale: disforie e parafilie

Quando si parla di benessere sessuale, è importante riconoscere quando NON siamo in uno stato di benessere sessuale. Il campo della sessualità è un ambito nel quale difficilmente ci si confronta sulle proprie esperienze personali e difficoltà e, proprio per questo, a volte, non ci si rende nemmeno conto se si ha una difficoltà o meno, fino a che il partner non ci pone la questione. In alcuni casi le difficoltà sessuali sono così gravi da sfociare in veri e propri disturbi mentali. Attualmente, il manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, chiamato brevemente DSM e redatto dall'APA (American Psychiatric Association) è il testo di riferimento per quanto riguarda i criteri di classificazione dei disturbi mentali.

Il manuale è in costante aggiornamento e nell'ultima edizione, il DSM-5 del 2013, i disturbi della sfera sessuale sono suddivisi in 3 categorie: Disforie di Genere, le Parafilie e le Disfunzioni Sessuali.

Andiamo a vedere di cosa stiamo parlando, tenendo presente che non si può fare un autodiagnosi sulla base di quanto scritto in questo articolo, il cui obiettivo è informativo, e da prendere come spunto di riflessione.

pic_giant_121214_sm_gender-dysphoria_0Le disforie di genere

La persona che soffre di disforia di genere vive una completa disarmonia tra gli aspetti biologici e l'identità di genere, con la costante consapevolezza di appartenere al genere opposto e di essere imprigionato in un corpo che non lo rappresenta. L'individuo si identifica in maniera intensa e persistente con individui di sesso opposto a quello biologico, cosa che lo porta a vivere in una condizione di malessere fino a compromettere l'ambito sociale, lavorativo e delle relazioni.

Le parafilie

Le parafilie sono disturbi sessuali nei quali gli oggetti o le situazioni che determinano l'eccitamento si discostano da quelli comunemente riscontrati nella normalità, e hanno caratteristica di esclusività, continuità e compulsività. Ciò fa sì che ci sia una grande differenza fra la sessualità atipica ed un disturbo mentale: perché ci sia un disturbo mentale, l'individuo parafilico deve provare angoscia per i suoi interessi, e/o deve avere un desiderio/comportamento sessuale che va a ledere la libertà altrui (ad es. violenza) e/o che coinvolga una persona incapace o a sua insaputa. I sintomi devono essere presenti da almeno 6 mesi, causare un forte disagio personale/relazionale e devono manifestarsi come la forma di sessualità esclusiva o prevalente.

Le parafilie vengono declinate in otto categorie:

  1. imageIl disturbo esibizionistico: il bisogno o il comportamento che porta all'esposizione dei propri genitali a una persona ignara

  2. Il disturbo feticistico: l'uso esclusivo di oggetti non direttamente attinenti alla sessualità (es. scarpe, indumenti) al fine di innescare o aumentare l'eccitamento sessuale

  3. Il disturbo frotteuristico: il bisogno o il comportamento che porta a toccare o palpeggiare il corpo di una persona non consenziente

  4. Il disturbo pedofilico: l'attrazione sessuale per bambini in età infantile e prossimi a quella prepuberale

  5. Il distrurbo da masochismo sessuale: bisogno o comportamento sessualmente eccitante ricercato nel voler essere umiliati, provare dolore o soffrire in altri modi

  6. Il disturbo da sadismo sessuale: bisogno o comportamento sessualmente eccitante nel produrre dolore o umiliazione della vittima

  7. Il disturbo da travestitismo: eccitazione e/o piacere sessuale nell'indossare abiti del sesso opposto

  8. Il disturbo voyeuristico: il bisogno o il comportamento che porta a spiare persone ignare mentre sono nude, in intimo o impegnate in attività/rapporti sessuali.


 

Antonella Besa

Per conoscere l’attività della dott.ssa Besa visitate il sito www.psicologo-sessuologo-pordenone.com

 

Leggi anche:

2016-logob1-sbs-modificato-ts-160421
La settimana del benessere sessuale


fabrizio-quattrini
Fabrizio Quattrini: gli italiani, il sesso e i tabù
Author Avatar

About Author

Psicologa, Psicoterapeuta e Sessuologa. Per lavoro mi occupo di problematiche della coppia nel mio studio a Pordenone (Studio di Psicologia e Sessuologia Dott.ssa. Antonella Besa). Per Noi2 Magazine mi occupo di fare cultura e informazione sull'universo coppia.

2 Comments

Add Comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.