Unione Civile: chi, come, cosa

  1. Homepage
  2. Attualità
  3. Unione Civile: chi, come, cosa
Unione Civile: chi, come, cosa

Unione Civile: chi, come, cosa

Per coloro che desiderano realizzare il sogno di unirsi ed avviare così le pratiche per l'Unione Civile, vanno dette alcune cose.

Innanzitutto, la coppia deve essere composta da due persone maggiorenni e vi è libertà sulla scelta del comune (a prescindere dalle rispettive residenze). Ci si dovrà poi recare all'ufficio competente e preposto per le richieste relative ai matrimoni, portando la domanda davanti all'ufficiale dello stato civile. Ad esempio, a Milano, è stato predisposto un modulo precompilato al quale possono fare riferimento altri comuni (per rendere più snella la parte burocratica). La coppia quindi presenta la richiesta all'ufficiale di stato civile, che dovrà redarre un verbale da sottoscrivere assieme ai soggetti interessati. I comuni hanno l'obbligo di ricevere le richieste fissando entro 15 giorni la data prevista per la cerimonia.

image-1Nel caso in cui uno dei due soggetti, o entrambi, siano stranieri, dovranno presentare una dichiarazione del proprio paese di origine con il conseguente nulla osta. Nel caso in cui la dichiarazione venga negata (stati che non acconsentono ad unioni omosessuali), l'ufficiale di stato civile procederà lo stesso anche in assenza di via libera da parte dello stato di appartenenza del soggetto straniero/a (il Consiglio di Stato dice che l'Unione Civile è una norma di ordine pubblico che prevale sulle leggi straniere). La celebrazione può essere affidata a diversi soggetti: il Sindaco, l'ufficiale di stato civile o una persona delegata dal Sindaco (che può essere un componente del consiglio comunale o un amico/a della coppia). Durante la cerimonia verrà data lettura dei seguenti articoli che regolano i diritti e i doveri reciproci: commi 11 e 12 dell'art.1 della legge 76/2016. Ci sarà poi la parte dedicata alle reciproche risposte, che coinvolgeranno anche i rispettivi testimoni, dove alla fine la persona preposta dirà: "In nome della Legge dichiaro che i Sig.ri/le Sig.re (nome e cognome) e (nome e cognome) sono uniti civilmente".

Verrà successivamente letto l'atto di costituzione dell'unione civile secondo la Formula 4 del "Formulario" al termine del quale si procederà con le sottoscrizioni. Per quanto riguarda il rituale dello scambio degli anelli, la normativa non prevede esplicitamente questo momento, e quindi viene rimandato tutto alla prassi seguita per i matrimoni in accordo con il celebrante.

Qualora la coppia voglia adottare uno dei due cognomi come 'cognome familiare', la richiesta va presentata all'ufficiale di stato civile quando si sottoscrive la richiesta (NB: questa modifica provoca una variazione del codice fiscale). Si può inoltre scegliere, al momento della richiesta di costituzione dell'unione civile, di optare per comunione o separazione dei beni e in assenza di tale scelta, il regime patrimoniale sarà costituito dalla comunione dei beni.

lamore-arcobaleno-in-laguna-emy-e-nicole-spose-sul-canal-grande-foto-renato-canciani-rc-photoPoniamo infine l'attenzione sui casi in cui l'unione sia già stata effettuata all'estero. La coppia formata da due cittadini italiani (o da un cittadino italiano e uno straniero) che hanno deciso di unirsi civilmente all'estero, non devono celebrare nuovamente un'unione civile qui in Italia. Ci sarà solo l'obbligo di richiedere la trascrizione, tramite il Consolato Italiano o l'ufficio di stato civile. Ai fini della trascrivibilità in Italia è irrilevante che esso sia stato celebrato prima dell'entrata in vigore della legge italiana.

Per quanto riguarda la nostra legislatura, il 5 ottobre 2016 il Consiglio dei Ministri ha trasmesso al Parlamento 3 schemi di Decreti Legislativi sottoponendoli al parere delle commissioni competenti. Una volta entrati in vigore tali Decreti, sostituranno integralmente il DPCM 144 del 23 luglio 2016 cosiddetto "Decreto Ponte" e il Decreto del Ministero dell'Interno del 28 luglio 2016 cosiddetto "Formulario". L'emanazione dei Decreti è attesa entro il 5 marzo 2017.

 

 

 

 

Leggi anche:

nozze-gay
Unioni Civili: dove e quando


0aprebhopal_galleryzoom
Matrimonio: culture a confronto
Author Avatar

About Author

Add Comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.