Sessualità e comunicazione

  1. Homepage
  2. Professionisti della coppia
  3. Psicologo
  4. Sessualità e comunicazione
Sessualità e comunicazione

Sessualità e comunicazione

Sesso=tabù. La sessualità rimane per molti una parte oscura e misteriosa del comportamento umano, nonostante sia un aspetto naturale e riguardi la vita di ognuno di noi. Ancora troppo spesso sesso fa rima con tabù: siamo in grande imbarazzo a parlarne con i bambini, quando abbiamo qualche problema nelle parti intime spesso utilizziamo frasi tipo "mi prude "lì", oppure "là sotto"", quando parliamo degli organi genitali utilizziamo una terminologia metaforica tipo "pisello" o "patata", quando se ne parla in pubblico lo si fa o in modo volgare o con allusioni o battute. Insomma ci crea grossi problemi parlare serenamente di sesso, come se fosse uno qualsiasi degli argomenti che toccano la nostra vita.

Couple Relaxing Together In BedSesso e comunicazione. Come mai è così difficile comunicare con chiarezza a proposito di sesso, anche dentro la coppia? Quando si entra nel mondo della sessualità è necessario ricordare che le modalità, l'intensità, la frequenza, la durata e la qualità dei rapporti sessuali possono essere molto diverse per ciascuno. Risulta molto difficile discutere le nostre esigenze con il partner e le cause sembrano essere diverse per uomini e donne:

  • Molte donne non hanno familiarità con il loro corpo e quindi con gli aspetti che riguardano la loro sessualità. Per questo motivo rimangono spesso insoddisfatte della loro vita sessuale, senza conoscere il motivo. È possibile che provino vergogna, abbiano delle esitazioni o non si sentano accettate dal proprio partner. In realtà, però, sono loro stesse che si astengono dalla propria sessualità.



  • D'altra parte, è possibile che gli uomini si sentono in imbarazzo per un problema specifico (ad esempio, una disfunzione erettile o un'eiaculazione precoce), che lo considerino un colpo alla loro virilità, e di fronte alla loro incapacità di prendere coscienza di esso, di accettarlo e affrontarlo, preferiscono non parlarne affatto.


La nostra difficoltà, però, a parlare apertamente di questioni sessuali può provenire anche da questioni sociali. Ricordiamo che le donne dicono di solito ho fatto l'amore mentre gli uomini dicono ho fatto sesso.

I circoli viziosi. Il sesso appartiene al nostro modo naturale di essere, è uno degli istinti biologici al pari del cibo e del sonno, ma può diventare una cosa difficile, o peggio dolorosa. Il diluvio di messaggi erotici della società moderna dei consumi, i molti "devo" nel sesso, le norme sessuali che ci impongono di seguire, hanno fatto si che si distruggesse la natura istintiva del rapporto sessuale fra due persone. Così, il sesso diventa sempre più difficile e complicato, e noi, come reazione fisica e psicologica, utilizziamo spesso indifferenza e rifiuto nei confronti di esso. 9387d231-df83-42b1-8765-af95c827cf3bUn po' di fango sul pavimento portato con le scarpe da fuori, una bottiglia d'acqua vuota in frigorifero o un letto disfatto possono essere causa sufficiente per litigare con il partner. Cose che non sono importanti, al momento diventano tali perché si cerca di dire qualcosa di diverso. Ci si arrabbia con il partner per i lavori domestici, quando quello che si vorrebbe in realtà dire è: "Non stai attento a me, mi ignori, non mi capisci, sei indifferente alle mie esigenze." Allo stesso modo, l'altro partner potrebbe sentirsi offeso o stanco dagli sforzi di decifrare il comportamento del primo, e, come conseguenza, ripropone a sua volta un atteggiamento inadeguato invece di chiedersi cosa c'è dietro alle parole dette. È più facile limitarsi alla soluzione di individuare l'altro come "fastidioso, esigente, irritabile, opprimente". Quindi, si entra in un circolo vizioso che riempie entrambi con sentimenti di rabbia e frustrazione, ferisce la propria vita sessuale e non permette di vedere ciò che realmente accade e come affrontarlo. Sul piano sessuale, più è difficile percepire e comunicare i propri bisogni più non si riesce a tener adeguatamente conto di quelli del partner.

Sesso e matrimonio. Il matrimonio è stato ingiustamente accusato di essere l'assassino del desiderio sessuale. In realtà, però, non è il matrimonio che allontana sessualmente i due partner, ma i comportamenti che gli stessi partner possono avere durante il matrimonio, e che possono probabilmente causare dei problemi nel sesso. Nelle coppie sposate, per esempio, spesso c'è la sensazione che un partner è di proprietà dell'altro, a causa del "contratto" che hanno firmato, e quindi cessano di lottare per il loro rapporto. Le persone, tuttavia, né sono garantite dal matrimonio, né appartengono all'altro. È come se i coniugi pensassero che una volta sposati, tutto il resto debba venire da sé, in automatico, quasi a dire che il matrimonio in sé è la fonte della riuscita della prosecuzione del rapporto, mentre invece i membri della coppia hanno bisogno di continuare a crescere insieme e far rimanere la loro relazione vitale.

Ad esempio quando nascono dei bambini in famiglia, poi di fatto cambiano le condizioni della vita di coppia e spesso il gioco del desiderio sessuale e l'erotismo può perdersi, a meno che la coppia non cerchi di proteggere e preservare la sua vita sessuale.

 

Evegnia Gasteratou

Per approfondimenti o domande specifiche è possibile inviare una mail alla dott.ssa Gasteratou scrivendo a: domande@noi2magazine.com

 

Leggi anche:

240_f_113576948_oz0nj5qilyrltypc9kev2d5pcwc63rii
Facciamolo solo nel weekend


sexting-story_647_081015011438
Le app giuste per fare sexting


 

 
Author Avatar

About Author

Nata ad Atene nel 1973, si laurea in Psicologia nel 2002. E’ psicoterapeuta dal 2009 con specializzazione in Psicoterapia Sistemica, Famigliare e Relazionale, Consulente sessuale ed Esperto in educazione sessuale. Ha partecipato a numerosi corsi di formazione in ambito clinico. Ha lavorato in Italia e all'estero principalmente nell'ambito dell’età evolutiva e della psicologia dell’invecchiamento. Iscritta all'albo dei Psicologi F.V.G. dal 2005. Attualmente vive e lavora a Udine come psicoterapeuta esercitando la libera professione.

2 Comments

Add Comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.