Peccati di gola per andare in brodo di giuggiole

  1. Homepage
  2. Alimentazione
  3. Peccati di gola per andare in brodo di giuggiole
Peccati di gola per andare in brodo di giuggiole

Peccati di gola per andare in brodo di giuggiole

Tanto amore e dolci leccornie sono senz'altro due ingredienti fondamentali della ricetta della felicità. Quanto è bello condividere un attimo di piacere del palato insieme a chi rende piacevole la nostra vita? Visto che la ricetta della felicità non saprei fornirvela, dovrò limitarmi a darvi qualche suggerimento su come realizzare dei piccoli peccati di gola dall'aspetto angelico ed invitante. Ricordate sempre: anche il dolce più semplice e scontato può essere trasformato in qualcosa di sorprendente! Basta solo un po' di impegno in più e una buona dose di creatività ed amore (quello non deve mancare mai).

Oggi vorrei proporvi due ricette, una molto semplice ed una abbastanza complicata.

Ricetta semplice: Torta soffice al cocco, lime, zenzero e cioccolato.

Per realizzare questo dolce dal gusto esotico avrete bisogno di 250 gr di farina 00, 50 gr di farina di cocco, 150 gr di olio di mais, 120 gr di acqua, 30 gr di succo di lime, 3 uova, 200 gr di zucchero, una bustina di lievito in polvere per dolci, estratto di vaniglia, scorza di lime, zenzero fresco grattugiato e cioccolato bianco (circa 100 gr.).

La preparazione è molto veloce: prendete una ciotola dai bordi alti e, con l'aiuto di una frusta elettrica, amalgamate lo zucchero e le uova fino ad ottenere un composto leggero e spumoso.

14825777_10209049491806726_2121734371_nA parte pesate tutti gli ingredienti secchi (farina, farina di cocco e lievito in polvere) e il resto degli ingredienti liquidi (acqua, succo di lime e olio); aggiungeteli pian piano al mix di uova e zucchero, alternandoli. Setacciate sempre la farina, in modo da inglobare più aria possibile nell'impasto e renderlo più soffice (meglio se aggiungete il lievito alla farina da setacciare, in modo da distribuirlo uniformemente nell'impasto).

Una volta ottenuto un impasto liscio ed omogeneo, aggiungete gli aromi: un po' di scorza di lime, una grattata di zenzero fresco, estratto di vaniglia (per le dosi affidatevi a quelle riportate sulla confezione) e delle scaglie di cioccolato bianco.

Infarinate una teglia, distribuitevi l'impasto ed infornate a 180° per circa 35 minuti (in forno preriscaldato). A cottura ultimata lasciate freddare la torta fino a farle raggiungere la temperatura ambiente ed iniziate ad assemblare delle monoporzioni: ritagliate le forme che più vi piacciono (aiutandovi con un coppapasta) e decoratele come più preferite.

Io ho deciso di creare una monoporzione molto semplice, farcita con della panna montata non zuccherata (per non coprire troppo il gusto della torta) e decorata con scorzette di lime e un po' di farina di cocco. Ovviamente potrete anche decidere di suddividere l'impasto in piccoli stampi o pirottini, in modo da avere già le monoporzioni pronte.

Per quanto mi riguarda, ho optato per la torta unica da 'ritagliare' in modo da sporcare meno utensili ed avere anche dei ritagli da utilizzare per la colazione del giorno dopo!

Ricetta abbastanza complicata: Macarons

Attenzione: per realizzare questa ricetta avrete bisogno di un termometro da cucina (meglio se specifico per lo zucchero). In commercio si trova facilmente, anche a prezzi molto accessibili.

Ingredienti: 200 gr di zucchero a velo, 200 gr di farina di mandorle, 150 gr d'acqua, 200 gr di zucchero semolato, 150 gr di albumi a temperatura ambiente, colorante in gel.

Iniziate setacciando la farina di mandorle e lo zucchero a velo in un recipiente capiente, dopodiché aggiungete la metà degli albumi (75 grammi). Otterrete un composto liscio e compatto.

14825623_10209049495806826_1566901930_nMontate a neve il resto degli albumi in una ciotola dai bordi alti (con l'aiuto di una frusta elettrica o nella planetaria) e nel frattempo fate sciogliere in un pentolino lo zucchero nell'acqua a fuoco medio.

Una volta che lo sciroppo avrà raggiunto i 118° (qua entra in gioco il termometro da cucina), toglietelo dal fuoco e versatelo a filo negli albumi montati a neve. Continuate a montare fino a raggiungere la temperatura ambiente e aggiungete del colorante alimentare (il colore che preferite, con gradualità).

Quando il colore ottenuto sarà di vostro gradimento, aggiungete gli albumi all'impasto di farina di mandorle. Con l'aiuto di una spatola, prendete una piccola parte degli albumi e mescolate con movimenti dal basso verso l'alto. Non sottovalutate questo passaggio: movimenti troppo bruschi smonterebbero gli albumi e non si otterrebbe un buon risultato. Amalgamati tutti gli albumi all'impasto, trasferite il tutto in una sac-à-poche (con bocchetta liscia o senza) e create dei cerchi di circa 3 cm di diametro su una teglia rettangolare foderata di carta forno.

Lasciate un po' di spazio tra i vari cerchi per far sì che non si uniscano in cottura e lasciate riposare per 10 minuti. Infornate per 13 minuti in forno ventilato a 160°. Una volta sfornati dovranno raffreddarsi bene.

Potrete farcirli come preferite. Io ho deciso di utilizzare una ganache al cioccolato fondente con lamponi freschi.

Ricetta per la crema ganache

400 grammi di cioccolato fondente e 230 grammi di panna liquida (non zuccherata).

Questa ricetta è molto facile da realizzare e potrete utilizzarla per farcire o guarnire qualsiasi tipo di dolce (è buonissima anche da sola!). Scaldate a fuoco medio la panna, fino a raggiungere quasi l'ebollizione. Toglietela dal fuoco e aggiungetevi il cioccolato tritato. Mescolate bene il tutto e  lasciate freddate bene. Trasferite la ganache in una sac-à-poche con la bocchetta rigata e procedete all'assemblaggio dei macarons, aggiungendo i lamponi freschi.

Adesso che avete le ricette mettetevi alla prova e sorprendete il vostro partner con un pizzico di dolcezza in più!

 

Giada Righi

 

Leggi anche:

Cibi afrodisiaci


Sedurre in cucina con i sapori dell'autunno


 
Author Avatar

About Author

Ho 23 anni e sono originaria di Montescudaio, un paesino in provincia di Pisa. Studio alla Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell'Università di Pisa e ho una passione smodata per la cucina e la pasticceria. Mi piace viaggiare, dedicarmi al bricolage e ad assaggiare cibi provenienti da tutto il mondo (ho un canale Youtube dove pubblico dei brevi video-assaggi). Il mio più grande sogno è quello di aprire la mia sala da tè, uno spazio dove rilassarsi, leggere un libro, rifarsi la bocca con un buon pasticcino e lasciar perdere per un attimo lo stress della vita quotidiana.

Add Comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.