IL MAGAZINE SUL CICLO DI VITA DELLA COPPIA

 

Giornata Internazionale delle persone con disabilità

165

dreamstime_9768945-m_1Domani ci sarà la Giornata Internazionale delle persone con disabilità. Questa giornata è stata istituita nel 1981 ed ha lo scopo di  promuovere una più diffusa e approfondita conoscenza sui temi della disabilità, per sostenere la piena inclusione in ogni ambito della vita e per allontanare la discriminazione e la violenza. Dal luglio del 1993, il 3 dicembre, è diventato anche Giornata Europea delle Persone con Disabilità, come voluto dalla Commissione Europea. Quest’anno la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità è caratterizzata dall’appello al raggiungimento di 17 Obiettivi per il futuro indicati nell’agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, un piano di azione globale che mira a non lasciare indietro nessuno. Sarà l’occasione per fare un punto sull’inclusione, compresa quella nel lavoro, che rappresenta uno dei punti salienti.

In previsione della giornata di domani, vogliamo dare spazio, ad una tematica importante e degna di essere approfondita: la sessualità legata al mondo della disabilità (vedi intervista dott. Quattrini). Solo negli ultimi tempi anche in Italia si comincia a parlare più spesso della sessualità nelle persone disabili. È in atto un cambiamento culturale che vede molti media attivi nel considerare questa tematica sotto molteplici sfaccettature. Ciò non toglie il fatto che questo argomento genera una serie di problematiche etiche, più o meno discutibili, che rappresentano un nodo importante da sciogliere nel rispetto del benessere sessuale che hanno diritto di vivere anche le persone disabili.

“La persona disabile come tutti gli altri” – ha affermato il Papa – “ha bisogno di amare e di essere amata, di tenerezza, di vicinanza e di intimità”. Nell’immaginario collettivo, sembra che le persone con disabilità non possano vivere un’intimità erotico-sessuale di coppia e subentrano così false credenze e stereotipi culturali che distorcono un mondo che c’è, esiste ed ha bisogno di essere riconosciuto. Handicap e sessualità diventano due tematiche a volte scottanti che fanno cadere in un drammatico silenzio.

Ci sono documentari e trailer che parlano di storie, difficoltà, vita quotidiana. Ecco due film che lasciano spazio a riflessioni e spunti per vedere il mondo della disabilità legato alla sessualità, con occhi diversi.

the-sessions-colazione“The special need” (2014): Un film che parla dell’assistente sessuale per le persone disabili, una figura professionale presente in alcuni paesi europei e in grado di aiutarle a riprendere il controllo sul proprio corpo e sulla propria vita in un ambiente protetto. Il viaggio oltralpe di tre amici, un documentario “on the road” alla ricerca dell’amore.

“The Sessions” (2012): Un film che fa piangere ma anche sorridere. Mark O’Brien è un poeta e giornalista tetraplegico. A 38 anni, senza aver mai fatto sesso, decide di affidarsi ad una “sexual surrogate” (leggi intervista al dott. Fabrizio Quattrini). Un film che fa capire nel profondo quali possono essere le difficoltà legate alla sessualità non vissuta da parte di persone con handicap.

 

Martina Dell’Osbel

 

Leggi anche:

coppia-felice

Sessualità e bioenergetica

girl-1561943_1920

La dolcezza



Sono laureata in Relazioni Pubbliche e Pubblicità ed fatto ho un Master in Diritto dell'ambiente. Ho sempre lavorato nell'ambito della comunicazione come: speaker radiofonica, corrispondente per delle testate, formatrice. Il mondo della scrittura mi ha da sempre affascinata! Sono felice di poter scrivere degli articoli per la redazione di Noi2 Magazine...così potrò mantenere viva la mia passione!


One thought on “Giornata Internazionale delle persone con disabilità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.