Investigatore privato e infedeltà

  1. Homepage
  2. Professionisti della coppia
  3. Avvocato
  4. avv. Michele Sellan
  5. Investigatore privato e infedeltà
Investigatore privato e infedeltà

Investigatore privato e infedeltà

La dimostrazione dell'infedeltà del coniuge è pane quotidiano per l'investigatore privato. Quale valenza probatoria e quali effetti nella causa di separazione hanno "prove" recuperate dall'attività dell'investigazione?

L'investigatore può documentare il tradimento in via "diretta", attraverso fotografie e filmati, oppure insinuare il dubbio della relazione extraconiugale attraverso la produzione di tabulati telefonici; in ogni caso, poi, il resoconto della attività di indagine (si pensi ad appostamenti e pedinamenti) andrà messo nero su bianco su di un dettagliato report.

20161206_noi2magazine_private-investigatorÈ bene precisare che, qualunque sia il mezzo utilizzato, questo non costituisce mai una vera e propria "prova" nel giudizio di separazione tra coniugi. Infatti, anche gli elementi più "schiaccianti" (foto, email, sms) non costituiscono prova documentale riconosciuta dal nostro ordinamento e superano tale limite solamente se non vengono contestati. Ciò non toglie che, nei casi più palesi, il coniuge fedifrago avrà comunque vita dura nel contestare l'attività investigativa, perché dovrà rendere una versione credibile senza limitarsi a negare l'evidenza dei fatti per come rappresentati.

In ogni caso, le risultanze stesse dell'attività di indagine potranno essere "recuperate" attraverso lo strumento tipico della testimonianza, in primis dell'investigatore stesso, così come di ogni altro soggetto possa riferire in via diretta quanto ha visto od appreso.

Con riferimento all'attività investigativa, insomma, ciò che può sembrare una inutile ripetizione di circostanze apprese e, di più, inequivocabilmente cristallizzate su documento, diventa invece lo strumento di validazione, in sede processuale, dell'attività di indagine stessa. Del pari, la testimonianza valorizza pure la relazione dettagliata dell'investigatore, che altrimenti rimarrebbe a sua volta un puro e semplice documento formato da un terzo.

È importante ricordare che, in sede testimoniale, le domande ("i capitoli di prova") da rivolgere all'investigatore dovranno essere specifici e ben articolati, ed il legale non dovrà limitarsi a chiedere al medesimo di confermare quanto scritto nel proprio report; insomma, il teste dovrà confermare - a costo di essere ripetitivo o sembrare prolisso - davanti al Giudice tutto quanto ha visto, sentito e fotografato e tutto quanto abbia raccolto.

Così sommariamente delineati gli aspetti di validità probatoria dell'investigazione privata, è doveroso  precisare come questa non è di per sé sufficiente ad ottenere il tanto sospirato addebito della separazione, vale a dire l'attribuzione della responsabilità, in capo ad uno dei coniugi, del "naufragio" del matrimonio, e con essa la "sanzione" che determina, tra gli altri effetti, la perdita del diritto al mantenimento e il pagamento delle spese di giudizio.

Sarà infatti necessario che il tradimento, pur dato per assodato, non venga ritenuto "scusabile" proprio per una particolare situazione familiare e per la stessa condotta del coniuge tradito; una su tutte, l'ingiustificato e protratto rifiuto ad intrattenere rapporti intimi col coniuge, che potrebbe per tali ragioni venire considerato "traditore per bisogno".

È altrettanto doveroso compiere un cenno "off-topic": l'attività di indagine privata è, per sua natura, fortemente lesiva della libertà personale dell'indagato; dunque il fatto di aver "provato", anche in modo inequivocabile, il sospettato tradimento non pone certamente al riparo investigatore e coniuge "mandante" dalla contestazione di responsabilità sia civili che penali, prime fra tutte la violazione della privacy (soprattutto quella del soggetto terzo che intrattiene la liason con l'investigato) e, fra gli altri, i reati di violazione di domicilio (art. 614 c.p.) e di interferenze illecite nella vita privata (art. 615-bis c.p.).

 

Avv. Michele Sellan

L’avvocato Sellan è disponibile a rispondere ai vostri quesiti. Scrivete a domande@noi2magazine.com.

 

Leggi anche:

shutterstock_332774579_1
Coppia e soldi: evoluzione di un amore


divorce
Divorzio veloce e indolore


 

 
Author Avatar

About Author

33 anni, con studio professionale in San Donà di Piave (TV) e Portogruaro (VE), tratta prevalentemente questioni in materia di diritto civile e tributario. Fa parte del network professionale “Porto Startup”, nato nel 2014 con l'obiettivo di prestare assistenza e consulenza ai giovani imprenditori innovativi. Approda a Noi2 Magazine con l'intento di rispondere ai suoi moderni e disinvolti lettori in una “lingua” senza filtri con la realtà giuridica ed i suoi infiniti e mutevoli risvolti pratici.

1 Comment

  • Posted on Dic 07, 2016 at 10:44 am

    […] NEWS Professioni a rischio tradimento Medico di famiglia e sessualità Investigatore privato e infedeltà L’ormone della curiosità porta al tradimento? Il linguaggio segreto della coppia […]

Add Comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.