IL PRIMO MAGAZINE SULLA VITA DI COPPIA. SFUMATURE DI NOI2

 

5 consigli per superare un tradimento

“Mi è crollato il mondo addosso” è la frase che descrive perfettamente la sensazione successiva al tradimento, una frantumazione delle proprie certezze e del proprio equilibrio. La psicoterapeuta Lucia Portella, in una recente intervista infatti, spiega: cuore-infranto1

“Quando la scoperta avviene in maniera fortuita, inaspettata e improvvisa, emozioni come paura, rabbia, gelosia, odio e senso di abbandono si scatenano contemporaneamente, irrompendo nella coscienza tranquilla di chi credeva di essere in un rapporto di coppia solido”. Una miscela di emozioni, quindi, alla quale si aggiungono stress, apatia, difficoltà di concentrazione e perdita di sonno. Alcuni psicologi statunitensi hanno paragonato questo stato emotivo ai disordini da stress post traumatico, perchè di fatto l’infedeltà, anche se sospettata, rappresenta un trauma. In che modo possiamo affrontare questa situazione e sopravvivere al post-tradimento?

Ecco 5 consigli per aiutarci ad andare avanti:

  1. Accettate il dolore: è molto difficile affrontare una situazione che ci causa dolore, ma questo è il primo passo per uscire dal blocco emotivo ed acquisire allo stesso tempo la consapevolezza reale del nostro stato d’animo e della nostra identità come individui. Questo grande sforzo è essenziale per riuscire ad elaborare la sofferenza e superarla;
  2. Non è colpa vostra: è inutile, e soprattutto ingannevole, pensare di essere responsabili di una scelta che il partner ha fatto e che ha coinvolto anche voi. Il dialogo all’interno della coppia permette proprio di evitare incomprensioni e situazioni di rottura come queste, tenetelo a mente;
  3. Rivolgetevi a chi vi vuole bene: esprimere ciò che si prova con persone empatiche che non giudicano e vi sostengono profondamente è molto importante. Famiglia e amici possono veramente fare la differenza;
  4. Riprendete il controllo: a questo punto è necessario “rimettervi in carreggiata” lasciando spazio a pensieri e attività positive. Andate in palestra, coltivate un hobby che avevate abbandonato, leggete un buon libro o ascoltate musica, in sintesi, dedicate più tempo a voi stessi;
  5. Valutate possibili cambiamenti: evitando di chiudervi in voi stessi e riconquistando un po’ alla volta il vostro equilibrio emotivo, scoprirete di sentirvi più aperti a nuove esperienze e a nuove conoscenze. Potrete decidere, così, in via definitiva se rivoluzionare la vostra vita amorosa allontanandovi dal partner o se provare a ricostruire il rapporto insieme a lui.

Come tutte le esperienze negative anche questa potrà farvi conoscere aspetti di voi stessi che prima ignoravate o addirittura sopprimevate, mettendo in evidenza tutte le vostre risorse. Sarà comunque un momento di riflessione utile per riconsiderare i meccanismi di coppia che vi permetterà soprattutto di crescere come individui.

 

Sara Forniz

 

Leggi anche:

correre-dietro-a-un-uomo-600x300

Il triangolo amoroso: quando lui non sa scegliere

dawson-tv-17-g

Il migliore amico è meglio di un fidanzato?

 



Sara Forniz

Ho conseguito la laurea magistrale in Turismo del 2013 concludendo il percorso di studi che avevo iniziato mossa dal profondo interesse per questo settore, all'interno del quale ho maturato diverse esperienze lavorative. Parallelamente ho continuato ad alimentare le mie competenze nell'organizzazione di eventi, anche in ambito culturale. Sono affascinata dalle scienze del comportamento, dalle civiltà antiche e dall'antropologia, amo la musica e l'arte.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *