IL PRIMO MAGAZINE SULLA VITA DI COPPIA. SFUMATURE DI NOI2

 

Adolescenti e chirurgia estetica

La chirurgia estetica è un business ormai consolidato che non sembra conoscere crisi e ad approfittare di qualche ritocchino non sono solo gli adulti: sempre più adolescenti, infatti, decidono di mettersi sotto i ferri per cambiare il proprio aspetto e il fatto che alle spalle abbiamo il supporto dei genitori non è proprio rassicurante. In una società che ci propone costantemente contenuti sessuali e stereotipi estetici precisi, a subire le conseguenze di questo bombardamento sono spesso i più giovani.

In un’indagine, svolta dalla Società Italiana di Medicina Estetica (SIME) e dall’Università Magna Graecia di Catanzaro in collaborazione con l’Associazione Italiana di Medicina Estetica (AIdME), 20170123_noi2magazine_chirurgiateen_2sono stati presi in esame 2.265 ragazzi di un’età compresa tra 13 e 18 anni provenienti dalle diverse regioni italiane, di cui 880 maschi e 1.385 femmine. Il 49,2% degli adolescenti prenderebbe in considerazione l’ipotesi di ricorre alla medicina estetica per migliorare il proprio aspetto mentre il 31,3% alla chirurgia plastica. Percentuali inquietanti soprattutto se consideriamo che il 15,8% delle ragazze e il 3,3% dei ragazzi si sono già sottoposti ad interventi o hanno beneficiato degli effetti della medicina estetica.

Ma quali sono i trattamenti più richiesti dagli adolescenti? Al primo posto la cura dell’acne (57% del campione con preponderanza maschile) seguita dall’eliminazione dei peli superflui (6,24% dei maschi e 5,76% delle femmine), delle smagliature e della cellulite (la quale interessa il 15% delle ragazze adolescenti). Nella lista delle parti del corpo da correggere rientrano anche orecchie, naso e seno.

Purtroppo a spingere i ragazzi ancora immaturi verso queste scelte ci sono gli adulti: il 14,6% del campione sa di qualche familiare che si è sottoposto ad un intervento estetico e il 12,6% ammette che il suggerimento sia arrivato addirittura dai genitori. Situazione confermata dalle parole della psichiatra Cristina Segura Garcia che ha20170123_noi2magazine_chirurgiateen_3 seguito la ricerca: “La preoccupazione per l’immagine corporea in questa epoca di incertezze ha una sua importanza. C’è un maggior desiderio di fare interventi di questo tipo tra quelli che hanno un genitore in famiglia che ha avuto contatti con la chirurgia plastica: stiamo creando un bisogno a questi ragazzi. In Italia diamo grande importanza alla moda, all’immagine. In televisione vediamo solo veline e calciatori muscolosi. Non tutti i ragazzi che si sottopongono al bisturi hanno problemi psicologici o psichiatrici. In alcuni casi vi sono alterazioni fisiche che possono creare disturbi psichici: una correzione può essere utile. Il problema è quando si insegue un’idea di bellezza irraggiungibile.”

Il presidente della SIME, Emanuele Bartoletti, si esprime in merito alla reale necessità di ricorre a questi interventi: “Abbiamo a che fare con tre tipi di pazienti: coloro che non hanno problemi di nessun tipo ma sono convinti di averne; le ragazze accompagnate da madri che hanno il timore che diventino come loro; e quelli che hanno oggettivamente un problema fisico. Ma sia chiaro: la medicina estetica non deve toccare gli adolescenti, non deve fare assolutamente nulla se non prenderli in cura per prevenire. Ben vengano coloro che fanno un check-up della pelle per proteggersi con la cosmetica adeguata, ma non si può andare oltre.”

 

Sara Forniz

 

Leggi anche:

62895335

Come si sopravvive in coppia dopo i figli

smoking

Bugie e sessualità in adolescenza

 



Sara Forniz

Ho conseguito la laurea magistrale in Turismo del 2013 concludendo il percorso di studi che avevo iniziato mossa dal profondo interesse per questo settore, all’interno del quale ho maturato diverse esperienze lavorative. Parallelamente ho continuato ad alimentare le mie competenze nell’organizzazione di eventi, anche in ambito culturale. Sono affascinata dalle scienze del comportamento, dalle civiltà antiche e dall’antropologia, amo la musica e l’arte.


One thought on “Adolescenti e chirurgia estetica

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *