Lui, lei e la dolce attesa

  1. Homepage
  2. Professionisti della coppia
  3. Psicologo
  4. dott.ssa Liliana Zagaria
  5. Lui, lei e la dolce attesa
Lui, lei e la dolce attesa

Lui, lei e la dolce attesa

La gravidanza comporta numerosi cambiamenti per la coppia in attesa del figlio, sia a livello fisico e biologico, che a livello emotivo e relazionale. Durante la transizione verso la genitorialità cominciano a formarsi dei modelli rappresentazionali di sé come genitore derivanti da una trasformazione dell’identità: da donna e partner, da uomo e partner si implementa l'idea di sé come genitore. In queste rappresentazioni comincia a prendere corpo, già durante la gravidanza, la presenza del feto bambino. Inoltre, si attivano vari sistemi relazionali: ogni genitore oltre a porsi in rapporto diadico con il figlio, comincia a porsi in relazione con il partner in quanto futuro genitore e si inizia a costruire una relazione a tre, pertanto si parla di co-genitorialità per indicare una relazione fra due adulti che hanno la responsabilità di prendersi cura e proteggere il bambino. Questo implica un’interazione tra i due genitori, un coordinamento dei loro comportamenti in un processo bidirezionale, che è più complesso della somma dei singoli ruoli. Il funzionamento della coppia è caratterizzato da un lato dal reciproco sostegno e dalla condivisione, ma naturalmente dall'altro vi sono anche conflitti ed interferenze.

Uno degli aspetti fondamentali della coppia in gravidanza è che si proietta verso il futuro: l'area immaginaria delle fantasie coscienti, nella quale entrambi i genitori si proiettano nel tempo in cui il bambino sarà nato, è estremamente importante. La capacità triadica consiste nella possibilità di ciascun partner di vedere sé stesso come genitore in rapporto con il figlio, senza escludere l'altro genitore, ma addirittura vedendolo come parte della relazione, in connessione con sé stesso (Ammaniti, Mazzoni, & Menozzi).

La co-genitorialità assume differenze notevoli a seconda di come la coppia affronta la gravidanza. In alcune coppie il rapporto sentimentale si intreccia fin dall'inizio con il desiderio di avere un figlio insieme; in altre non è detto che tale desiderio si manifesti in tutti e due i partner contemporaneamente, spesso è la donna ad avvertire per prima l'esigenza di diventare madre, altre volte è l'uomo a sentire per primo il desiderio di un figlio e comincia a parlarne con la propria compagna.

Ammaniti e i suoi collaboratori (2010) hanno evidenziato il contributo che l'ecografia ostetrica apporta alla formazione e al consolidamento sia del legame materno-fetale sia della relazione padre-bambino; in quanto l'ecografia rende la presenza del bambino più visibile per entrambi i genitori e può favorire la transizione alla paternità, dato che l'uomo in attesa di un figlio non è direttamente coinvolto nei cambiamenti fisici della gravidanza ed il suo contatto con il bambino è mediato principalmente dai cambiamenti corporei della partner.

L'ecografia è un'occasione importante per diversi motivi:

  • in primis perché i padri possono vedere il bambino già durante la gravidanza e si sentono meno estranei rispetto al suo andamento;

  • trasmette un senso di rassicurazione ai genitori, in particolare alla madre che generalmente si preoccupa che il bambino sia sano, che cresca in modo adeguato;

  • stimola la co-genitorialità perché i genitori condividono la visione dell'immagine del bambino e discutono sul sesso, sulle caratteristiche, sulle aspettative, su quello che vogliono e non vogliono, su certe somiglianze familiari;

  • anche la relazione co-genitoriale può essere influenzata dall'ecografia ostetrica, poiché mentre quest'ultima viene eseguita la coppia ha un'esperienza condivisa di "contatto" con il figlio che stimola emozioni intense e favorisce la condivisione delle fantasie coscienti sul figlio e la capacità di anticipare le relazioni familiari future senza escludere il partner o il bambino dalla relazione.


Scoprire di aver concepito un figlio e passare i 9 mesi di gravidanza, danno la possibilità ed il tempo ai due futuri genitori di modificare il rapporto di coppia, in modo da prepararsi all'evento nascita e a costruire un'identità della coppia non solo a due, ma anche genitoriale.

 

Liliana Zagaria

Nel prossimo articolo si parlerà di: Desiderio di procreazione dei partner: un figlio come frutto dell'amore

Per ulteriori approfondimenti o domande scrivete alla dott.ssa Zagaria: domande@noi2magazien.com

 

Leggi anche:

Gravidanza e vita di coppia


Perineo, gravidanza e parto
Author Avatar

About Author

1 Comment

Add Comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.