IL PRIMO MAGAZINE SULLA VITA DI COPPIA. SFUMATURE DI NOI2

 

La mia amica è lesbica?

Ti sei mai fatta domande sull’orientamento sessuale della tua migliore amica? E se fosse lesbica? Ciò che riguarda l’inclinazione sessuale di una persona è una questione strettamente personale, ma capita spesso che tra amiche si abbia la curiosità di capire quale siano le preferenze della persona con la quale si condividono esperienze e momenti di vita. Può tramutarsi in una situazione delicata da dover affrontare, rischiando a volte di mettere a repentaglio un’amicizia che sta durando da tempo.

Cosa si può fare per capire qual è l’inclinamento sessuale della tua migliore amica? Vediamo una prima modalità più soft: 

Goofing around1. Il suo passato

Se la conosci fin dall’età dalla pubertà, prova a ricordare se ha mai dimostrato interesse nei confronti dei ragazzi. Ha avuto rapporti brevi e poco impegnativi? Questo può essere indice di scarso interesse verso l’altro sesso.

2. I possibili segnali

Ci sono alcuni segnali che possono indicare un’attrazione nei confronti dello stesso sesso:

– Utilizzare un linguaggio del corpo che dimostra interesse per le donne (se si avvicina a loro, se le guarda);

– Fare battute o commenti in merito a possibili relazioni o attrazione verso altre donne;

– Mancanza di affermazioni legate all’interesse nei confronti dell’altro sesso.

3. Parlare del mondo LGBT

Osserva come reagisce quando vi addentrate in determinate tematiche (coppie omosessuali fittizie o reali). La confidenza, la familiarità o la poca dimestichezza con affronterà il discorso sarà un’indice per poterla valutare.

4. Atteggiamento con le amiche

È possibile che lei stia frequentando una ragazza e che tu sia all’oscuro di tutto. Non è sicuramente mancanza di rispetto nei tuoi confronti. Esternare ciò che si è e ciò che si ha dentro non è facile, soprattutto perché c’è la paura del giudizio altrui.

Vi è poi una seconda modalità per poter agire e capire i gusti della propria amica, una modalità un po’ più diretta:

20170220_noi2magazine_amicalesbica_21. Scegli un luogo sicuro per parlare

La privacy è indispensabile. Devi avere la certezza che nessuno vi ascolti o possa in qualche modo origliare i discorsi che intavolerete. L’omosessualità, ancora oggi, espone i soggetti che ne sono protagonisti: giudizi, discriminazioni e a volte anche bullismo. Quindi è necessario scegliere il giusto posto per fare delle domande alla vostra amica: eviterai situazioni imbarazzanti e non metterai lei a disagio.

2. Essere diretti

A volte è meglio una sincerità brutale e diretta, piuttosto di tentennamenti e giri di parole. La questione va affrontata in maniera delicata e con molta sensibilità in base al contesto in cui siete inserite. Rassicura la tua amica dicendole che le parole dette rimarranno tra di voi e che non deve temere alcuna conseguenza. In fondo siete migliori amiche.

3. Falle capire che la situazione non ti pesa

Una volta che avrete finito di parlarne, passa ad altri argomenti e non permettere che quanto scoperto o non scoperto cambi il vostro rapporto. Devi accettare qualunque reazione arriverà dalla tua amica: potrebbe parlartene apertamente oppure potrebbe dirti che non se la sente di parlare. Accetta qualunque cosa accada e non dimenticare l’amicizia che vi lega.

In qualsiasi modo tu scopra o venga a conoscenza di particolari personali della tua amica, ricorda che l’empatia è necessaria. Sii forte e comprensiva, ma prima di tutto rispettosa. Se la tua amica ti ha confessato la sua omosessualità, lo ha fatto in totale fiducia e devi fare in modo che questa non venga mai a mancare. L’amicizia che vi lega sta alla base della vostra relazione quindi indipendentemente dall’orientamento sessuale di ciascuna di voi. Se lei accetta e rispetta il tuo, lo stesso sei tenuta a fare tu. Dalle il sostegno che ti sembra necessario, se te lo richiede, poi continua a vivere la vostra amicizia con lo spirito amicale di sempre.

 

 

Leggi anche:

iStock_000043614064_Medium

Adolescenti e i loro disagi

daisy-75190_1280

Innamorarsi o non innamorarsi?




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *