IL PRIMO MAGAZINE SULLA VITA DI COPPIA. SFUMATURE DI NOI2

 

Abito da sposa per donne mature

Purtroppo non sono state molte le spose “over” che mi è capitato di seguire nella scelta dell’abito, però ricordo alcuni episodi emblematici. Una quindicina di anni fa mi è capitato di avere una cliente di 47 anni, di prime nozze, ricordo che era piuttosto imbarazzata all’idea dell’abito bianco, anche se le sarebbe piaciuto. Probabilmente era restia per via della sua età, ma io gliel’ho consigliato. Avrò pure una mentalità un po’ conservatrice, però la sposa la vedo in bianco, oppure con altri colori che ci si legano, come l’avorio o lo champagne.

Una sposa in atelier: la scelta dell’abito

L’abito da sposa, però, è qualcosa di estremamente personale, è tutta una questione di gusti: ho vestito spose in azzurro, blu, nero, rosso, arancione, veramente di tutti i tipi. Molte donne hanno paura di confondersi con gli inviati, di passare inosservate durante il loro giorno speciale, ma ricordo loro che a contraddistinguerle c’è la stravaganza, il bouquet e soprattutto c’è quella luce negli occhi che hanno solo loro. Quella è la prima cosa che si nota.

In un’altra occasione ho incontrato una cliente sui 58 anni, di seconde nozze, una donna alta, magra, grintosa, non le avresti mai dato quell’età, questo per dire che ogni sposa è diversa ed è indispensabile tenere conto delle sue caratteristiche e in primis della sua personalità per guidarla correttamente nella scelta. La sposa si deve sentire a proprio agio nell’abito, perchè, come per la 58enne, anche se ha un fisico da Claudia Schiffer ma è caratterialmente un maschiaccio e si sente più a suo agio in pantalone, vada per quello. Sarebbe inutile proporle un abito a sirena con scollo chilometrico sul retro e con trasparenze, perchè sembrerebbe goffa.

FAI IL TEST DI COPPIA: Affinità di coppia in vista del matrimonio

In linea generale l’utilizzo di tulle, pizzi e swarovski deve essere molto moderato, così facendo si garantisce una sobrietà adatta ad una donna non più ventenne. Delle valide alternative al classico abito da sposa sono sicuramente un abito lungo senza strascico, un tailleur o un tubino. Quello che io consiglio è mantenere il bianco, per via del suo valore simbolico, a maggior ragione in età matura, se si tiene a condividere con gli altri questo momento. Nella mia esperienza mi sono resa conto che anche l’utilizzo del velo può essere alternativo a seconda della donna che lo indossa: se la sposa lo sente suo, può indossarlo lungo anche se ha scelto un abito corto.

La parola al fioraio

Il matrimonio agée è caratterizzato anche da una consapevolezza diversa, uscendo dagli schemi e adattando il matrimonio al proprio concetto di festa. Le donne più giovani tendono a seguire con maggior facilità i dettami del bon ton matrimoniale, sacrificando un po’ quella che è la dimensione di spensieratezza e spontaneità di un momento così unico. Lo spirito delle spose over è completamente diverso, la priorità non è quella di far divertire gli invitati nel timore che altrimenti diranno che la festa non è riuscita, bensì danno importanza alla voglia di condividere e rendere partecipi gli altri della felicità che stanno vivendo.

 

Paola Toffoli

 

Leggi anche:

Donna e uomo in terza età

Timetable del matrimonio

 

 



Paola Toffoli

Ho superato da poco i 40 anni, sono pordenonese e mi piace da matti il mio lavoro. Diplomata Modellista Industriale e Stilista, presso lIstituto Callegari di Treviso con il massimo dei voti, ho avuto la possibilità di fare uno stage presso il maglificio Giordano di Cappella Maggiore come modellista. Ho lavorato poi come stilista e sarta presso l’Atelier Gaia Andrea fino a quando ho deciso di aprire il mio atelier: Maison a Fontanafredda (PN).


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *