IL PRIMO MAGAZINE SULLA VITA DI COPPIA. SFUMATURE DI NOI2

Un solo sito per trovare punti di riferimento utili a scoprire tutti gli aspetti della vita di coppia.

Domani è la festa della mamma

Domani è la festa della mamma. Come la festeggerò? Facendo la mamma!

Beh, in verità domani è un giorno speciale: il mio Francesco  farà la sua prima Comunione… ed io farò la sua mamma… emozionatissima. Mi sveglierò presto, già lo so… sono giorni che sto tirando a lucido casa, ho stirato il saio che indosserà mani e la camicia bianca, ho comprato un mazzo di girasoli che accorcerò un po’. Metterò finalmente quella bellissima tovaglia di lino da corredo ricamata che era di mia nonna e in un ciotola d’argento qualche confetto. Poi sveglierò i bambini con i tanti baci e con la canzone che ho scelto per la giornata di domani  “Dolce sentire”. Li sveglierò presto e li vestirò bene, e a lui, aiuterò a mettere il saio, facendo attenzione che non lo sporchi con quelle sue manacce sempre in pasta con qualcosa.

Dovremo stare in chiesa alle 9.30 per le prove. Cercherò di essere elegante, perchè voglio che Francesco abbia una bella mamma e niente, mi commuoverò tanto e avrò il trucco scolato, come tutte le altre mamma che ci saranno in chiesa domani che come me si saranno svegliate presto e avranno i lacrimoni per questo giorno importante del loro bambino. Mentre starà con le mani giunte penserò che è alto, tanto, rispetto agli altri bambini e mi sembrerà cresciuto, come al tempo stesso ancora piccolo… Soffrirò sui tacchi e per il caldo… farò occhiatacce a Paolo che so già non starà fermo nel banco e a Benedetta che farà il cannocchiale con il foglietto della messa. Farò la mamma insomma…

Finita la messa, andremo al ristorante: in macchina darò le ultime raccomandazioni del caso : “Mi raccomando ringrazia sempre quando scarterai i regali che ti faranno, sii gentile, chiedi per favore..” E niente credo che scorrerà così la giornata, dando soddisfazione ai parenti venuti apposta da fuori e agli amici, sorridendo e facendo tante foto, perchè si sa, sono giorni importanti e il ricordo ci vuole. E al ritorno, in macchina, quando finalmente mi leverò le scarpe, passerò a mente in rassegna tutta la giornata, come sarà andata, come sarà trascorsa veloce…

 

Lisa Coccioli

 

Leggi anche:

Ciò che mi aspetto dai miei figli

Taxi mama



Lisa Coccioli

Sono nata a Taranto nel '75, ho una laurea inutile in Scienze Ambientali. Sposata nel 2003 ho seguito mio marito nei suoi trasferimenti: a Roma sino al 2009, in Germania sino al 2012. Lì, oltre a mangiare wurstel, frequentare un corso di tedesco e fare la mamma, volevo parlare con qualcuno e così ho insegnato italiano ai tedeschi nelle scuole serali. Nuovamente a Roma, poi a Taranto dove resteremo per un paio di anni. Ho 3 bambini, adoro leggere, ascolto le beghe sentimentali delle mie amiche, guardo film e cucino. Per smaltire le calorie di ciò che preparo, corro due volte a settimana. Odio stare a casa... preferisco l'aria aperta coi bambini.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *