IL PRIMO MAGAZINE SULLA VITA DI COPPIA. SFUMATURE DI NOI2

 

L’età dello tsunami è la pre-adolescenza

Il rapporto genitori-figli nello sport

Alberto Pellai e Barbara Tamborini sono genitori di 4 figli, lui è medico, ricercatore all’Università degli Studi di Milano, psicoterapeuta dell’età evolutiva, mentre lei è psicopedagogista e scrittrice. Nel loro ultimo libro appena uscito e pubblicato da DeAgostini dal titolo “L’età dello tsunami. Come sopravvivere a un figlio pre-adolescente”, trattano per la prima volta il rapporto genitori-figli nella fase antecedente l’adolescenza. “La scelta del titolo – spiega la Tamborini – è nata dal confronto con molti genitori, dal senso comune di disorientamento di fronte all’irruenza del cambiamento del figlio e ai suoi effetti  sulla quotidianità della famiglia. Un terremoto che genera un’onda molto alta. Il fenomeno sismico richiama forte il pericolo della distruzione ma parlare di pre-adolescenza significa soprattutto pensare alla potenzialità del nuovo. Per questo abbiamo analizzato molte recenti ricerche sul cervello dei ragazzi per scoprire che i pre-adolescenti hanno in testa questi tre motori: se una cosa mi fa star bene la faccio e non penso alle conseguenze; i miei amici sono molto più interessanti dei miei genitori; ho voglia di fare nuove esperienze. Inizia così una nuova fase di gioco tra genitori e figli: il tiro alla fune“.

Non si tratta di un manuale per diventare super-genitori, bensì una lettura che è il frutto di una ricerca sia scientifica sia sul campo mirata a consigliare agli adulti i canali di comunicazione più efficaci per instaurare un dialogo, seppur difficile, con i ragazzi. Pellai poi precisa: “La fascia d’età tra i 10 e i 14 anni, quella che corrisponde al tempo delle scuole medie, rappresenta oggi per noi genitori ed educatori quella più complessa da sostenere nella crescita. Il volume cerca di spiegare a genitori ed educatori quali sono le sfide evolutive che ragazzi e ragazze devono affrontare in questa fase del loro ciclo di vita; prova a fare chiarezza su quello che le neuroscienze raccontano rispetto ai cambiamenti del cervello in preadolescenza; aiuta gli adulti a ripensare alla loro esperienza di figli e a liberarsi dai cataboliti emotivi tossici che appartengono alla nostra storia passata ma che spesso interferiscono con la nostra esperienza di genitori nel qui ed ora.”

LEGGI ANCHE: Adolescenti e chirurgia estetica

All’interno del libro vengono segnalati film e letture da condividere con i figli da utilizzare anche per fini didattici e formativi.

 

Sara Forniz

 

Leggi anche:

Bullismo: un adolescente su tre ne è vittima

I benefici dell’arte per la crescita infantile



Sara Forniz

Ho conseguito la laurea magistrale in Turismo del 2013 concludendo il percorso di studi che avevo iniziato mossa dal profondo interesse per questo settore, all'interno del quale ho maturato diverse esperienze lavorative. Parallelamente ho continuato ad alimentare le mie competenze nell'organizzazione di eventi, anche in ambito culturale. Sono affascinata dalle scienze del comportamento, dalle civiltà antiche e dall'antropologia, amo la musica e l'arte.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *