IL MAGAZINE SUL CICLO DI VITA DELLA COPPIA

 

Per il genitore 007 ecco le App per spiare i figli

I rischi del sexting per gli adolescenti

Molti genitori nutrono una certa diffidenza nei confronti del web, della tecnologia e dei social network quando sono i figli a farne uso. Un timore giustificato dal loto oscuro della rete che prende le forme più crude: dal cyberbullismo all’adescamento a opera di malintenzionati, fino ad immagini, filmati e contenuti inadeguati per la loro età. Ma diciamocelo, ciò che smuove la mania di controllo, soprattutto sugli adolescenti, è la poca fiducia nei loro confronti. I genitori temono i segreti, i comportamenti e gli sbalzi d’umore dei ragazzi, non riuscendo, spesso, a capire cosa stia succedendo. Per questo è importante instaurare un dialogo con loro, ma se proprio non riuscite a reprimere lo 007 che è in voi, sono nate delle app che permettono di spiare i figli. Ecco quali sono le più scaricate:

  • CONNECT – Permette di spiare sui social network come Twitter e Facebook senza che il ragazzo abbia necessariamente scaricato l’App. Si adatta per iPhone e iPad;
  • FIND MY FRIENDS –  Se preferite monitorare gli spostamenti dei vostri figli, questa App permette di seguirli passo dopo passo, a distanza, senza farsi scoprire. Grazie alle mappe saprete esattamente cosa stanno facendo e dove si trovano;

LEGGI ANCHE: La scelta della scuola: vademecum per genitori

  • TRICK OR TRACKER – La sua particolarità è di essere stata progettata specificatamente per i genitori, i quali possono utilizzarla per ben 7 membri familiari. In questo modo avrete il controllo preciso degli spostamenti di ciascuno.
  • TRACKER PHONE – Permette di spiare sia la localizzazione del ragazzo sia l’utilizzo del suo smartphone, per esempio durante le ore di scuola o in altri particolari momenti della giornata;
  • TOP SPY APP – Se il desiderio di controllare i vostri figli è particolarmente spiccato, questa è l’app che fa per voi. Consente di accedere a tutti i contenuti del cellulare: foto, messaggi, video e telefonate, registra anche la cronologia del browser che è possibile scaricare su Android.

 

Sara Forniz

 

Leggi anche:

Adolescenti in viaggio da soli

Genitori e il primo appuntamento dei figli



Sara Forniz

Ho conseguito la laurea magistrale in Turismo del 2013 concludendo il percorso di studi che avevo iniziato mossa dal profondo interesse per questo settore, all'interno del quale ho maturato diverse esperienze lavorative. Parallelamente ho continuato ad alimentare le mie competenze nell'organizzazione di eventi, anche in ambito culturale. Sono affascinata dalle scienze del comportamento, dalle civiltà antiche e dall'antropologia, amo la musica e l'arte.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *