IL PRIMO MAGAZINE SULLA VITA DI COPPIA. SFUMATURE DI NOI2

 

FAI e i luoghi del cuore per le coppie

Il Fondo Ambiente Italiano (FAI) si occupa da quasi 40 anni di promuovere, salvaguardare e sensibilizzare il pubblico nei confronti del prezioso patrimonio culturale di cui il nostro paese è incredibilmente ricco. L’iniziativa che ha riscosso maggior successo è stata “I luoghi del cuore”. Si tratta di un progetto, in collaborazione con Intesa Sanpaolo, che coinvolge tutti i cittadini italiani a segnalare il proprio luogo cel cuore, ovvero quei posti che amano e che vorrebbero salvare da incuria e abbandono. I luoghi che vincono ogni anno spaziano dai palazzi alle aree naturali, dagli edifici religiosi ai giardini storici.

Estasi sensoriale tra le montagne

Ci sono dei luoghi che per noi hanno un significato particolare perchè sono legati ad un ricordo, ad una sensazione e spesso anche ad un sentimento. Eccone alcuni dal sapore decisamente romantico, che, a seguito degli interventi del FAI, saranno in futuro completamente fruibili, diventando sicuramente la cornice di momenti indimenticabili per due.

Faro del Monte della Guardia, Ponza: Edificato nel 1886  è attualmente accessibile solo via mare perchè il sentiero serpeggiante per arrivarci non è ancora stato ripristinato. Il faro è incastonato nella scogliera più a sud di tutta l’isola di Ponza, ergendosi sull’orizzonte come un guardiano del mare. Nel 2012 un numero considerevole di cittadini si è attivato per il censimento facendo arrivare il faro in alta classifica, garantendogli l’intervento di recupero. Godersi insieme al partner il tramonto sarà un’emozione indimenticabile.

Villa Durazzo Pallavicini, Pegli (GE): Villa Durazzo Pallavicini è un’opera considerata tra le più alte espressioni di giardino romantico ottocentesco a livello europeo, grazie ai suoi 8 ettari di verde. La particolarità di questo luogo è legata all’itinerario tematico che voleva guidare il visitatore attraverso un racconto melodrammatico diviso in un prologo e tre atti di quattro scene ciascuno. Il giardino sembra fatato, con lecci, allori, palme e piante esotiche che contornato architetture neoclassiche e gotiche. Dal prologo, attraverso due viali, si giunge al primo atto, attualmente l’unico accessibile al pubblico, dedicato alla natura, dove si può ammirare una delle più antiche collezioni italiane di camelie. Trovarsi in questo giardino in primavera per una passeggiata romantica vi permetterà di assistere all’esplosione della fioritura.

LEGGI ANCHE: Le Spa ideali per il relax di coppia

Borgo e vigneti di Rolle, Cison di Valmarino (TV): Si tratta del primo borgo italiano tutelato dal FAI nel 2004 e a rendere questo luogo così speciale e degno di nota è la sua posizione: situato sui colli delle Prealpi Trevigiane, in una piccola frazione di Cison di Valmarino, è attraversato dalla Strada del Prosecco che collega Conegliano e Valdobbiadene. Questo luogo così incantevole, caratterizzato da vigneti terrazzati lungo ripidi pendii, è stato segnalato nel 2014 perché il suo patrimonio ambientale fosse tutelato e valorizzato. Se state pensando di trascorrere una vacanza all’insegna del relax e del contatto con la natura nel trevigiano, una visita al borgo di Rolle non può mancare. A fine giornata perchè non concedersi una cenetta a lume di candela sorseggiando un buon calice di Prosecco?

 

Sara Forniz

 

Leggi anche:

Procida dice sì al matrimonio in spiaggia

Cena al buio: chiudi gli occhi e libera i sensi

 



Sara Forniz

Ho conseguito la laurea magistrale in Turismo del 2013 concludendo il percorso di studi che avevo iniziato mossa dal profondo interesse per questo settore, all'interno del quale ho maturato diverse esperienze lavorative. Parallelamente ho continuato ad alimentare le mie competenze nell'organizzazione di eventi, anche in ambito culturale. Sono affascinata dalle scienze del comportamento, dalle civiltà antiche e dall'antropologia, amo la musica e l'arte.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *