IL MAGAZINE SUL CICLO DI VITA DELLA COPPIA

 

3 posti hot che restano nel cuore

Al di là di quanto possa essere bella una località, visitata durante una vacanza o un’occasione di lavoro, a noi uomini resta impressa molto di più se associata ad un ricordo “tangibile”, ovvero legata a momenti di intimità con la partner o addirittura a episodi di sesso proibito o alternativo. Eh sì, abbiamo sempre quello in testa, ma non facciamocene una colpa. Dopotutto, le emozioni in quei frangenti sono così intense che sarebbe impossibile dimenticarle, resteranno per sempre nella memoria.

Le donne over snobbano il toy boy

Firenze, Venezia, Napoli, Roma, i colli bolognesi… di posti meravigliosi l’Italia è piena, ma ce ne sono alcuni che restano nel cuore e nella mente senza dover viaggiare troppo e a volte addirittura a km 0 (che va tanto di moda ultimamente):

1. All’Ikea

Esattamente. Proprio quello che per molti di noi compagni o mariti rappresenta uno dei peggiori incubi domenicali della vita di coppia, può rivelarsi un posto decisamente interessante se l’esperienza della visita allo store è condita da momenti piccanti. Con questo NON voglio assolutamente suggerire di fare sesso esplicito all’Ikea: è pericoloso (le conseguenze se beccati possono essere gravi), è poco rispettoso della privacy altrui e a rischio di diffusione di immagini (viste le molteplici telecamere piazzate ad ogni angolo del negozio). Ciò che mi sento di proporre è di accordarvi con la partner per trasformare il noioso pomeriggio tra i mobili scandinavi in un gioco. Scegliete una cucina, un salotto o una camera da letto e sussurratele all’orecchio cosa vi piacerebbe fare in quell’ambiente. Fate scivolare il metro all’altezza del suo seno, allungatevi per aprire l’anta di un pensile sfiorandole i capelli, lasciate che il suo fianco si appoggi casualmente sul vostro inguine mentre cerca il cuscino giusto. Può scappare un bacio infuocato nel settore tende, nascosti tra i tessuti, magari con una mano che si infila nei pantaloni. L’obiettivo però è quello di non farsi beccare e soprattutto scappare a casa quando la tensione arriva alle stelle, senza dimenticare di acquistare il mestolo di legno con cui avete (sempre casualmente) strofinato la sua maglietta e inturgidito i capezzoli o l’ultima versione di sedia Poang che ha stimolato ad entrambi idee hot. Così avrete anche a casa un ricordo tutto da giocare. E ritornare all’Ikea il week end successivo, a comprare ciò che della lista avete ignorato, non sarà così male…

2. La casa di un amico

Quando lo smartphone è di troppo

Anche qui il concetto di fondo è quello di “farlo in luoghi inusuali”. Le alternative sono due: la prima si basa sul grado di confidenza che avete con il vostro amico, al quale potete confidare di voler vivere con la vostra partner un’esperienza sessuale diversa. Con la promessa di portare le lenzuola da casa e lasciare tutto in perfetto ordine, chiedetegli di utilizzare il suo appartamento per incontrare la vostra donna in ore diurne, quando non c’è nessuno. La seconda opzione è più difficile da realizzarsi perchè prevede di appartarvi nel bagno, nella camera o nel garage della casa dell’amico durante una serata alla quale state partecipando come ospiti di una cena o di una festa. Nel primo caso l’unica cosa a cui dovete stare attenti è quella di rimettere tutto in ordine, recuperare le lenzuola e ringraziare l’amico complice; nel secondo, l’eccitazione di farlo con della gente nella sala accanto può regalare momenti di estasi, ma è d’obbligo il sesso “sottovoce” per evitare situazioni imbarazzanti che potrebbero mettere a disagio soprattutto il padrone di casa. Largo al sesso orale quindi, in assoluto silenzio! Il piacere urlato vi farebbe rischiare di non essere più invitati a serate in compagnia.

3. Un campo

Volete dare sfogo alla voce che a casa dell’amico è stata smorzata? Allora vi suggerisco di lasciare alle spalle la città e dirigervi, armati di plaid e cesto da pic nic, in aperta campagna. Cercate un campo isolato e lontano dalla vita frenetica della quotidianità, correte sull’erba come ragazzini in preda allo scompiglio ormonale dell’adolescenza e tuffatevi in una sessione di sesso disinibito sotto la luce del sole, tra il canto degli uccelli e il frinire delle cicale. Qui è permesso tutto, fate impazzire la vostra donna tirando fuori il lato selvaggio di lei che tanto vi piace. Consapevoli sempre che anche nella campagna più desolata potrà esserci qualcuno che vi spia. Ma dopotutto… non è questo ad eccitarvi ancora di più? Lo spuntino post-coitale, da consumarsi rigorosamente nudi, dà energie per ricominciare da capo.

 

Federico Dinordo

 

Leggi anche:

FAI e i luoghi del cuore per le coppie

Estasi sensoriale tra le montagne

 

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *