IL PRIMO MAGAZINE SULLA VITA DI COPPIA

 

L’enciclopedia del saluto: un manuale in musica per lasciarsi

Se dirti addio non mi è piaciuto

Chissà perché non l’ho capito

Mi servirebbe quel tuo libro

potrebbe essermi d’aiuto

un’enciclopedia del saluto

Sono queste le parole di “L’enciclopedia del saluto”, la canzone che presenta 8 cose, l’ultimo album di Matteo Pascotto. Il cantautore, 34enne originario di Portogruaro (VE), mette in musica la triste necessità di un libro, un manuale che possa aiutare la coppia a dirsi addio. Certo lasciarsi non è semplice e a volte i casi di cronaca non fanno che enfatizzare l’assurda mancanza di consapevolezza e rispetto nei confronti di un “ciao” o un “è finita”. Dopotutto una relazione di coppia può anche finire, no? E ogni situazione è a se stante, con tutte le variabili e le conseguenze che ne fanno un caso unico. Da qui il bisogno di un’intera enciclopedia, che possa analizzare ciascuna emozione (perchè sono davvero tante quelle coinvolte in una separazione) e per ognuna di essa trovare il giusto modo, la soluzione più adatta finalizzata a chiudere la storia senza arrecare dolore, evitando gli errori. E velocemente dimenticare. O almeno provarci.

Quando si deve lasciar andare un amore

Nel panorama della musica italiana la voce di Matteo Pascotto canta tutta la sua passione per la chitarra e coltiva il suo sogno nel cassetto. Ovviamente quello di “sfondare” e raggiungere il successo. Di esperienze ne ha avute: l’amore per la musica e la predisposizione innata alla creazione di testi lo ha portato nel 2010 ad aggiudicarsi il primo premio al concorso nazionale “Scrivere in Musica” dell’Associazione C.E.M di Pordenone (con il brano Le mie mani). Nel 2011 viene ammesso al CET di Mogol e realizza il primo album Ora Puoi Uscire. Nel 2013 e 2014 partecipa ad Area Sanremo e alla IV e V Edizione del Premio Donida. Ha preso parte alla 57ª edizione del Festival dei 2Mondi di Spoleto (2014), come giovane musicista emergente selezionato per il Premio Siae. È del 2015 il suo primo EP Sessioni Domestiche, registrato in acustico. E ora 8 cose.

Tutti i suoi album sono auto-prodotti perché è difficile trovare degli agganci, ma più forte è il desiderio di creare musica e toccare con mano il duro lavoro di anni nel suo piccolo studio casalingo. In particolare per 8 Cose, ha voluto coinvolgere i fan attraverso il web grazie ad un crowdfunding. Il risultato è un aiuto concreto nella produzione dell’album e una doppia soddisfazione: quella di vedere realizzato il suo lavoro e l’appoggio sincero di così tanti amici. Ad ognuno di loro, per ringraziarlo del sostegno, consegna a mano gadget e CD con selfie d’obbligo e post sui social network.

Prende ispirazione da Sessioni Domestiche il tour in cui è attualmente impegnato: un progetto particolare con la modalità dell’house concert e che si realizza con un calendario sempre in aggiornamento e con piccoli concerti privati nelle case dei suoi fan o delle persone che lo vogliono scoprire per la prima volta live e ascoltare le sue ultime creazioni musicali.

“Se ti piace la mia musica – spiega Matteo – e hai in casa tua un ambiente che può ospitare un gruppo di amici, possiamo organizzare un mio concerto esclusivo. Arrivo con i miei strumenti e suono per voi. La durata è di circa un’ora. È gratuito, mi piacerebbe soltanto che alla fine qualcuno acquistasse il mio CD. Chiedo soltanto un rimborso spese per il viaggio.”

“Il mio sogno è quello di poter fare una musica pop, leggera, – afferma Matteo in una recente intervista a Soundreef.com – che arrivi all’ascolto di tutti, ma con la sensibilità del blues e del jazz. Questo nuovo album ha un sapore molto morbido e nostalgico ma, essendo pieno di chitarre, graffia un po’.”

 

Francesca Casali

 

Leggi anche:

Tradimento #10: non resta che lasciarsi

Le fasi della separazione: dallo shock all’accettazione



Francesca Casali

Addetto stampa e PR nel settore turistico e dell’enogastronomia con il pallino per gli eventi. Scrivo per passione con l’obiettivo di diventare giornalista pubblicista. Sono editore e redattore della rivista online DosMo Magazine, appassionata del web, ne adoro le sfide. Noi2 Magazine è una bella sfida.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *