IL PRIMO MAGAZINE SULLA VITA DI COPPIA. SFUMATURE DI NOI2

 

La torta della nonna

Vi siete ricordati di fare gli auguri ai vostri nonni? Le loro festa era il 2 ottobre!

Non sono passati troppi giorni quindi, se vi siete dimenticati di questa giornata, siete sempre in tempo per rimediare. Non tutti siamo così fortunati da avere i nonni ancora vicini, ma che siano con noi o meno, c’è sempre un buon motivo per celebrarli. Esistono tanti modi per dedicare loro una giornata, ma come sempre io vi mostrerò quello più dolce: preparare una bella torta.

E quale dolce può essere più indicato se non la torta della nonna?

Una torta non leggera ma carica di dolcezza, con una profumata crema pasticcera racchiusa da due strati di pasta frolla. La classica torta semplice ma allo stesso tempo non scontata che sa riscaldare i cuori di tutti.

La preparazione di questo dolce vi toglierà un po’ di tempo, ma per aggiungere amore a questa ricetta non bisogna avere fretta.n Per mettervi all’opera vi occorreranno i seguenti ingredienti:

Torta d’autunno con le castagne

Per la pasta frolla:

500 grammi di farina,

250 grammi di burro freddo,

3 uova fredde

200 grammi di zucchero.

Pinoli e zucchero a velo per la copertura.

 

Per la crema pasticcera:

500 millilitri di latte intero,

3 uova,

estratto o bacca di vaniglia,

150 grammi di zucchero (io ho utilizzato quello di canna integrale),

50 grammi di farina 00 setacciata.

Per aggiungere un po’ di aroma in più io ho aggiunto anche un po’ di scorza di limone, cannella e noce moscata (in dosi molto ridotte).

 

Se avete a disposizione un mixer e volete facilitarvi nella preparazione della frolla, unite il burro freddo tagliato a cubetti alla farina e azionate le lame. Otterrete così un composto sabbioso più facile da lavorare, che vi farà risparmiare tempo ed evitare di riscaldare troppo il burro lavorando l’impasto più del necessario. Spostate l’impasto ottenuto su un piano da lavoro e formate una fontana. Aggiungete lo zucchero e le uova e iniziate ad impastare, facendo attenzione a non lavorare l’impasto più del dovuto.

Una volta amalgamato il tutto, avvolgete con della pellicola e riponete la frolla nel frigo per 30 minuti circa.

Pancakes a colazione (vegani e senza glutine)

Nel frattempo preparate la crema pasticcera. Fate sobbollire il latte con la vaniglia e gli aromi a fuoco basso e a parte sbattete le uova con una frusta insieme allo zucchero e alla farina setacciata. Versate il latte nel composto di uova e mescolate il tutto lontano dal fuoco. Spostate il tutto nel pentolino dove avete scaldato il latte e mescolate continuamente (mantenendo la fiamma bassa) finché la crema non si sarà addensata.

Se come me utilizzate lo zucchero di canna integrale, il colore della crema sarà molto più scuro e il sapore più caramellato. Fate raffreddare la crema.

Procedete con la composizione della torta; dividete in due la pasta frolla e stendete la prima parte per foderare una teglia da crostata. Con l’aiuto di una forchetta forate la frolla e versate nel vostro guscio la crema pasticcera precedentemente lasciata a raffreddare.

Stendete bene la crema pasticcera e coprite il tutto con l’altro strato di pasta frolla. Forate anche questo ultimo strato di frolla con la forchetta e aggiungete una manciata di pinoli.

Infornate il tutto nel forno preriscaldato a 180° per 35 minuti circa.

Una volta sfornata, lasciate raffreddare e spolverizzate con lo zucchero a velo.

Con questa torta della nonna riuscirete finalmente a viziare i vostri nonni, ma mai quanto loro viziano voi.

 

Giada Righi

 

Leggi anche:

Cucina orientale afrodisiaca: la parola allo chef Hirohiko Shoda

L’uomo ai fornelli: 8 motivi per cui è il partner ideale

 

 

 

 

 

 



Giada Righi

Ho 23 anni e sono originaria di Montescudaio, un paesino in provincia di Pisa. Studio alla Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università di Pisa e ho una passione smodata per la cucina e la pasticceria. Mi piace viaggiare, dedicarmi al bricolage e ad assaggiare cibi provenienti da tutto il mondo (ho un canale Youtube dove pubblico dei brevi video-assaggi). Il mio più grande sogno è quello di aprire la mia sala da tè, uno spazio dove rilassarsi, leggere un libro, rifarsi la bocca con un buon pasticcino e lasciar perdere per un attimo lo stress della vita quotidiana.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *