La pornografia fa bene alla coppia?

  1. Homepage
  2. Professionisti della coppia
  3. Psicologo
  4. dott.ssa Antonella Besa
  5. La pornografia fa bene alla coppia?
La pornografia fa bene alla coppia?

La pornografia fa bene alla coppia?

Il termine pornografia deriva dal greco "porne" che significa "prostituta" e "grafia" ovvero "scritto", quindi alla lettera "rappresentazione scritta o figurata di prostitute". L'etimologia del vocabolo non suggerisce bene il suo uso corrente, poiché molte delle rappresentazioni comunemente chiamate pornografia al giorno d'oggi non riguardano le prostitute e o la prostituzione.

Secondo il prof. Fabrizio Quattrini la pornografia è un erotismo privo d'immaginazione, carente di pensiero creativo. L'erotismo richiama sensualità, la pornografia eccitazione sessuale. L'erotismo, fondando le sue radici nel vissuto emotivo del desiderio sessuale, si distacca dall'atto sessuale fine a sé stesso e si esplicita in forme e attività non direttamente connesse al suo appagamento concreto: utilizza l'immaginazione o la fantasia. Ciò che viene definito erotico può concretizzarsi in veri e propri prodotti artistici o intellettuali. Invece la pornografia è una rappresentazione essenziale e cruda: esperienza visiva palese dell'appagamento sessuale.

Zoofilia erotica: sesso e animali


Storicamente è stato l'uomo il maggior fruitore della pornografia, in quanto molto più attratto e coinvolto dall'esperienza sessuale percepita a livello visivo rispetto alla donna, quindi il guardare, il curiosare, il provocare sono aspetti "caratteriali" dell'appartenere a quel preciso genere sessuale. Basti ricordare che già prima di internet gli uomini utilizzavano materiale pornografico a vari livelli ed il coinvolgimento della partner poteva diventare motivo di trasgressione e divertimento-innovazione per la coppia, piuttosto che isolamento, tradimento e, nei casi più gravi, dipendenza.

Quali sono quindi gli effetti della pornografia all'interno della vita di coppia?

Ci sono due diverse fazioni, ognuna supportate da studi scientifici più o meno accreditati.

Pornografia e coppia: SI


  • Aumenta la complicità. Oggi il porno può essere una questione di coppia, una sfera condivisa che può far sentire uniti. Non è una cena a lume di candela, ma può avere sulla coppia lo stesso effetto. Quando si vive assieme una trasgressione, si diventa complici. Come se si dovesse conservare un segreto al quale nessun altro ha accesso.



  • È fonte di scoperta e novitàGuardare insieme i video porno può essere un modo per apprendere nuove esperienze sessuali, la coppia testa nuove situazioni per arrivare a una o più preferenze comuni. Si costruisce insieme un nuovo feeling erotico e si fanno nuovi “esperimenti”. La visione di un porno aiuta entrambi a comunicare le reciproche fantasie. Soprattutto nella scelta del video da guardare e nel raccontarsi ciò che è piaciuto di più nel vederlo. Questo scambio porta alla luce aspetti di noi stessi e dell'altro che magari erano rimasti nascosti per paura del giudizio.



  • Si abbassa la possibilità di tradire o essere traditi. Il partner diventa l’ “altro con cui trasgredire”. Va da solo che il bisogno di cercare qualcosa fuori dalla coppia viene meno e l'allarme tradimento si allontana!



Tutti vogliono le MILF


Pornografia e coppia: NO

  • Aumenta il disagio coniugale ed il rischio di separazioni, contribuendo a far diminuire l’intimità di coppia e la soddisfazione sessuale. Secondo il professore di psicologia di H. D. Barrett la pornografia online è una versione di ciò che gli scienziati chiamano una “stimolo supernormale”, ovvero un’esagerazione artificiale dei fattori ambientali che l’evoluzione ci ha portato a considerare sessualmente eccitanti. Sembra che nelle persone che utilizzano massicciamente la pornografia, la zona del nucleo striato, recettore del piacere, tenda ad attivarsi meno quanto più si usufruisce della pornografia, appiattendo il livello di reazione al piacere, rispetto a chi invece non ricorre in modo massivo alla pornografia. Ciò ha come esito la creazione di problemi nell'attività sessuale reale a favore di quella relativa alla visione di pornografia.



  • L'abuso di pornografia penalizza la relazione reale. Un team di ricercatori della Florida State University ha rilevato che le persone che non usufruiscono o solo saltuariamente di videopornografia, sono maggiormente coinvolte in una relazione rispetto a chi invece ne abusa. Sembra che il consumo di pornografia abbia l'effetto di portare a trascurare sempre più la relazione reale per dedicarsi a piaceri virtuali privi delle normali imperfezioni della realtà.


In conclusione, a me sembra che non si possa dire in linea generale e definitiva se la pornografia faccia bene o male alla coppia. Emergono due fattori principali: la frequenza di utilizzo della pornografia e l'idea dei partner nei confronti della pornografia.

L'abuso nell'utilizzo di materiale pornografico porta a conseguenze nefaste nella coppia, come un qualsiasi altro abuso, quando diventa ossessivo e si crea una dipendenza. Se all'interno della coppia c'è condivisione e unità d'intenti nella fruizione della pornografia, essa può diventare fonte di curiosità, gioco, novità, complicità. Quando uno dei due partner non è d'accordo, invece, si creano incomprensioni, accuse e malcontenti.

 

dott.ssa Antonella Besa

 

Ti può interessare anche:

Tradimento e stereotipi: perchè a tradire è sicuramente lui?


Sogni a luci rosse


 

 

 

 

 
Author Avatar

About Author

Psicologa, Psicoterapeuta e Sessuologa. Per lavoro mi occupo di problematiche della coppia nel mio studio a Pordenone (Studio di Psicologia e Sessuologia Dott.ssa. Antonella Besa). Per Noi2 Magazine mi occupo di fare cultura e informazione sull'universo coppia.

Add Comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.